Mafia agropastorale, firmato Protocollo di legalità con Enti Parco - Video

PALERMO. In Prefettura a Palermo è stato stipulato il protocollo di legalità per la prevenzione mafiose nel settore agropastorale Sarà sottoscritto dai Prefetti, dal presidente della Regione, dagli assessori all'agricoltura e territorio e dai dirigenti degli enti Parco.

Il documento risponde all'esigenza di estendere i positivi effettì del Protocollo stipulato lo scorso anno tra la Prefettura di Messina, la Regione Parco dei Nebrodi e gli altri soggetti firmatari, realizzando - mediante nuovo apposito accordo pattizio tra le Pubbliche Amministrazioni interessate - un'incisiva strategia di prevenzione e tutela avanzata nel settore agro silvo pastorale dai tentativi di ingerenza della criminalità organizzata, prevedendosi l'obbligo di acquisire informativa antimafia per tutte le concessioni di terreni demaniali per uso pascolo, nonchè per l'erogazione dei contribuii correlati, con impegno degli Enti proprietari a promuovere procedure di evidenza pubblica al fine di garantire l'ampia partecipazione degli operatori economici.

"Passo fondamentale per lotta alla mafia - afferma Giuseppe Antoci, presidente dell'Ente Parco dei Nebrodi, nell'intervista video -. Un segnale che stiamo dimostrando di volere percorrere. Adesso occorre applicare concretamente i protocolli. Stiamo lavorando per l'adozione di testi simili in altre regioni. Il fondi europei devono andare agli agricoltori seri, ai nostri figli e alle persone che vogliono creare futuro con queste risorse. Dobbiamo dare dignità a una misura europea che di certo non nasce per foraggiare le associazioni mafiose".

"Si avvia oggi un’importante collaborazione istituzionale per sconfiggere l’utilizzo perverso e  mafioso del patrimonio pubblico e per dare una risposta sistemica ai recenti attentati perpetrati ai  danni del sindaco di Troina, Sebastiano Venezia, e del presidente dell’Ente Parco dei Nebrodi,  Giuseppe Antoci",  ha detto Leoluca Orlando, presidente dell’AnciSicilia, che, questa mattina, ha sottoscritto  un Protocollo di Legalità insieme con il presidente della Regione, Rosario Crocetta, l’assessore  regionale all’Agricoltura, Antonello Cracolici, l’assessore regionale al Territorio,Maurizio Croce, i  nove prefetti dell’Isola e i rappresentanti dell’Ente Sviluppo Agricolo, dell’Ente Parco delle  Madonie, dell’Ente Parco dell’Etna e dell’Ente Parco dei Monti Sicani.

Immagini di Marcella Chirchio

© Riproduzione riservata

PERSONE: