TRAGEDIA A TORINO

Tir travolge famiglia, autista arrestato: "Ubriaco, non si è accorto di nulla"

Sicilia, Cronaca
Ambulanze sul luogo dell'incidente sulla A4 Torino-Milano - Fonte Ansa

TORINO. È stato arrestato per duplice omicidio, omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza il camionista che ieri sera, sull'autostrada A4 Torino-Milano, alla barriera di Rondissone, ha travolto due auto provocando la morte di due persone: Chouifi El Mostafa, 39 anni, e la moglie Rharif Nora, 30 anni, marito e moglie a bordo con i tre figli.

Emil Volfe, 63 anni, originario della Repubblica Slovacca, è ora in carcere a Vercelli.  È stato fermato dalla polizia stradale alla stazione di servizio di Villarboit, sulla A4.

Non si era nemmeno accorto di aver travolto due auto alla barriera di Rondissone. Sulla dinamica dell'incidente sono in corso gli accertamenti delle procure di Ivrea e Vercelli. Se ne occupano i sostituti procuratori Lamonaca e Alvino.

Intanto la più piccola dei tre figli, una bimba di pochi mesi, è ricoverata in terapia intensiva, in prognosi riservata. Nell'incidente, la piccola ha riportato un grave trauma cranico e un trauma epatico, oltre alla frattura di un femore. Sono invece sotto osservazione nel reparto di chirurgia i fratelli, che nello schianto hanno riportato vari traumi ma non sono in pericolo di vita.

Il tir ha travolto l'auto, una Fiat Idea, e l'ha trascinata per circa 200 metri prima di proseguire la sua folle corsa in direzione Milano. La polizia stradale lo ha fermato a Villarboit (Vercelli), dopo 40 chilometri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati