LAVORO

Precari degli enti locali: due mesi di tempo per salvare 15mila contratti

di
LAVORO, precari, precari enti locali, regione, Luisa Lantieri, Sicilia, Economia
L'assessore regionale agli Enti Locali, Luisa Lantieri

PALERMO. Ancora due mesi per salvare il contratto dei precari degli enti locali. Mentre una sentenza della Corte di Giustizia Europea rischia di obbligare la Regione a una stabilizzazione immediata. Sono i giorni più caldi per la platea di circa 15 mila precari in servizio nei Comuni.

L' Ars ha approvato, nell'ambito della Finanziaria bis, una piccola norma che sposta al 30 novembre un termine che era previsto scadesse a fine settembre. È il termine entro il quale i sindaci avrebbero dovuto presentare dei piani per le stabilizzazioni: senza questi piani, che dovrebbero avere uno sviluppo triennale, non sono possibili neppure le semplici proroghe dei contratti in scadenza a fine anno.

A meno di colpi di scena, nessun sindaco si sarebbe presentato con le carte in regola il 30 settembre. E ciò si sarebbe tradotto in un avviso di licenziamento per tutti i precari. A questo punto l'assessore regionale agli Enti Locali, Luisa Lantieri, ha fatto approvare un emendamento che sposta tutto al 30 novembre.

 

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE  

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati