gioco d'azzardo palermo, slot machine, Sicilia, La politica di Renzi, Politica
L'INTERVISTA

Gioco d'azzardo, Renzi promette giro di vite: "Via le slot machine da bar e tabaccherie"

ROMA. «Sul gioco d'azzardo stiamo per mettere a punto una misura per togliere le slot dalle tabaccherie ed esercizi commerciali». Lo afferma il premier Matteo Renzi, in un'intervista al magazine Vita no profit.

All'annuncio del premier sulle misure contro la dipendenza dal gioco sono seguite subito parecchie reazioni nel mondo politico. Secondo il deputato del Pd Edoardo Patriarca: «Togliere le slot dalla tabaccherie sarebbe tra le operazioni più azzeccate di questo governo. Abbiamo oggi un'offerta eccessiva di gioco d'azzardo, a qualsiasi ora del giorno e della notte. Nelle tabaccherie bisognerebbe ridurre davvero al minimo la possibilità di scommettere».

«Renzi ha visto giusto, dobbiamo fare in modo che la gente sia meno invogliata a giocare, sopratutto quando non si chiama in causa l'abilità - continua Patriarca - Gli 80 miliardi che ogni anno gli italiani giocano sono un non invidiabile record».

Sul lato opposto, Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia scrive un lungo post su facebook: «Renzi dice che toglierà le slot dalle tabaccherie e dagli esercizi commerciali. È una buona notizia ma ci auguriamo che il suo non sia l'ennesimo annuncio. Se il Governo porterà in Parlamento una proposta concreta contro il gioco d'azzardo patologico, Fratelli d'Italia darà il suo contributo perchè a noi interessa solo il bene dei cittadini. Lo dimostra il lavoro fatto in Regione Lombardia dal nostro assessore Viviana Beccalossi: un modello che sottoponiamo all'attenzione di Renzi e che prevede, tra le altre cose, la possibilità di detassare chi toglie le macchinette dalla propria attività commerciale».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati