Jake Gyllenhaal conquista Venezia: tutte a gara per un selfie con il bello del Festival

Enlarge Dislarge
2 / 15
Fonte Ansa
Fonte Ansa

VENEZIA. Tutte a gara per un selfie con quello che è ormai stato ribattezzato "il bello del Festival". Ha letteralmente infiammato il red carpet Jake Gyllenhaal, protagonista del film di Tom Ford, "Nocturnal animal".

Il film è una una storia a due facce - quella di Susan (Amy Adams), una gallerista di Los Angeles con una vita alto borghese e quella violentissima del protagonista - Jake Gyllenhaal appunto - del romanzo che l'ex marito le spedisce per vendetta e per farle ripensare all'occasione perduta. «Sapevo come dare verità» ha raccontato Tom Ford, riferendosi al tempo stesso al paesaggio texano e al lusso del mondo dell'arte, «odio i film che sanno di artificiale».

Enlarge Dislarge
1 / 12

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

Fonte Ansa

E poi ha aggiunto:

«La cultura americana va a pezzi davanti le convenzioni, davanti a tutta questa artificialità cui ci siamo lasciati andare. Il film al netto racconta proprio questo: come dovremmo essere noi stessi veramente anzichè convincerci di essere altro. Da giovani si è ottimisti, si è attratti dalla superficie e solo andando avanti ci si accorge che siamo altro, volevamo essere altro e per la nostra insicurezza o per la nostra origine ci siamo adeguati ad essere».

© Riproduzione riservata