Salma Hayek al traguardo dei 50 anni: i ruoli sexy ora sono un complimento

Enlarge Dislarge
1 / 20
Fonte Ansa
Fonte Ansa

LOS ANGELES. La sua bellezza latina è esaltata da curve prodigiose e il suo talento comico aiutato dall'accento messicano.

Salma Hayek, l'attrice di Frida Khalo e Il racconto dei racconti di Garrone, compie 50 anni (il 2 settembre) e li porta magnificamente. Nata a a Coatzacoalcos, in Messico non ha avuto l'infanzia povera di chi nasce a quelle latitudini, suo padre era un uomo d'affari di origine libanese, la madre una cantante lirica ispano messicana e questo mix ha fatto sì che Salma imparasse a parlare fluentemente arabo, portoghese, spagnolo e inglese.

La sua carriera, iniziata in Messico con una popolarissima soap-opera, Teresa, in cui interpretava il ruolo del titolo, è proseguita a Hollywood grazie al suo entusiasmo e alla sua forza di volontà ma gli inizi sono stati difficili.

Il suo accento e i suoi tratti latini la confinavano a ruoli marginali.

«Mi offrivano solo ruoli sexy. Con minore frequenza mi capita anche adesso, ma ora lo prendo come un complimento». Nel 1995 è arrivato il suo primo film importante, Desperado, accanto a Antonio Banderas ma è con il nuovo millennio che arriva il successo vero. Nel 2002 interpreta Frida Khalo in Frida, di Julie Taymor, che la Hayek vuole fortemente e produce. Il film, che vede nel cast anche l'italiana Valeria Golino, è un successo e viene candidato a sei premi Oscar, compreso quello per la migliore attrice protagonista, alla Hayek, appunto, che diventa così la prima attrice latina nominata per la categoria.

Anche la vita sentimentale arriva ad una svolta con il nuovo millennio.

Conosce e sposa, nel 2009 (due volte, il 14 febbraio a Parigi e il 25 aprile a Venezia), il milionario francese Francois-Henri Pinault con il quale aveva avuto Valentina, due anni prima. Fa tutto tardi: una figlia a 41 anni, il matrimonio a 43.

«Il fatto è - ama dire - che ho dovuto aspettare di trovare un uomo con più palle di me. La maggior parte degli uomini sono deboli. Hanno paura del confronto e costruiscono tutta la loro vita in modo da avere a che fare il meno possibile con i loro sentimenti».

Salma in arabo significa pace, calma ma la bella attrice non ha mai onorato troppo l'origine del suo nome. Da bambina le fu diagnosticato un deficit d'attenzione e la dislessia e da adulta non ha mai smesso di essere iperattiva, però in una cosa è pigra ossia l'attività fisica:

«Se sono a dieta e faccio troppo sport divento intrattabile, preferisco essere un po' più grassottella ma più felice. Ho la cellulite, e allora? Bisogna amarsi per quello che si è, e fare del proprio meglio con quello che si ha. È un consiglio che funziona per il fisico e per qualsiasi altra cosa nella vita».

Della sua poca altezza, è altra un metro e cinquantasette centimetri, parla con ironia: «Basta atteggiarsi da alti! Ma realtà io non posso nemmeno fingere di essere alta, non posso nemmeno creare l'illusione di esserlo!».

Da sempre la Hayek è impegnata in politica a favore dei diritti della comunità messicana negli States: «In questo paese siamo tutti immigrati o figli di immigrati, a meno che si sia nativi americani o messicani dei territori della California, Texas, New Messico eccetera». Ora sta facendo di tutto per contrastare la campagna di Donald Trump, eletto ad acerrimo nemico.

Al Late late show, di James Corden, l'attrice ha fatto il gesto di regalare al candidato repubblicano il compendio «U.S. History for Dummies», con la raccomandazione di leggerlo e imparare qualcosa della storia dell'immigrazione nel paese e poi ha raccontato dell'unica cosa che la vede d'accordo con Trump: «Una volta ha raccontato di aver dato un pugno all'insegnante di musica delle elementari e che si sente sempre lo stesso ragazzo d'allora. È vero: Trump è un bulletto delle elementari che sta cercando di diventare Presidente degli Stati Uniti».

Politica a parte, ora nell'immediato futuro dell'attrice ci sono le uscite del film indipendente di Fred Wolf, Drunk Parents, genitori ubriachi, che la vede recitare accanto a Alec Baldwin e Joe Manganello e dell'action-comedy The Hitman bodyguard, accanto a Ryan Reynolds, Samuel L. Jackson e Gary Oldman. Nel 2017 poi usciranno How to be a Latin lover, Michael Cera, Raquel Welch e Rob Lowe, e Beatriz at Dinner, commedia un cui interpreta la Beatriz del titolo, una hippie che si ritrova, pesce fuor d'acqua, ad una cena elegante dopo la rottura della sua auto.

Per Salma Hayek la vita inizia a 50 anni.

© Riproduzione riservata

PERSONE: