REGIONE

Poveri, in Sicilia una carta per gli acquisti: domande al via

di
poveri, regione, Sicilia, Economia

PALERMO. Una carta per acquistare beni di prima necessità e farmaci, pagare le bollette elettriche o del gas, ottenere uno sconto nei negozi convenzionati. Parte anche in Sicilia, dal 2 settembre, il progetto Sia (Sostegno all'inclusione attiva) che rientra nel piano nazionale per la lotta alla povertà.
Progetto che non si limita ad un sussidio economico ma che, attraverso la collaborazione fra i Comuni, i Centri per l' impiego della Regione e i distretti socio-sanitari punta alla ricollocazione sul mercato del lavoro e all'inclusione sociale di famiglie in forte difficoltà.

Il progetto in Sicilia vale 112 milioni, parallelamente il governo ha messo a disposizione 280 milioni del Pon inclusione (per il periodo 2014-2020) per sostenere i servizi che si occupano di prendere in carico i beneficiari. «Il sostegno al reddito - dice l'assessore regionale al Lavoro e alle Politiche sociali, Gianluca Miccichè - da solo non è sufficiente a uscire dalla povertà, occorre una progettazione personalizzata che agisca sui bisogni dell'intera famiglia, sull'accompagnamento verso l'autonomia e sulla piena inclusione nella comunità».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE  

 

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati