Sicilia, Società
TEMPO LIBERO

Conchiglie, anfore e tavole da surf: l’estate è dentro gli appartamenti

di

PALERMO. Dalla scelta dell’arredamento tessile a quello per la tavola, passando per il colore di mobili e pareti; basta poco per dare un tocco estivo alla casa delle vacanze.

Con qualche semplice accorgimento, è possibile portare un po’d’estate anche in un appartamento in città. Conchiglie, ancore, tavole da surf, remi e persino barche dismesse; i tradizionali oggetti che rievocano il mare entrano tra le mura domestiche e si trasformano in complementi d’arredo belli da vedere e super funzionali. Una tendenza già diffusa nei paesi del Nord Europa e che ora comincia a prendere piede anche da noi.

«Spesso si pensa che alcuni oggetti d’arredo siano esclusivi per le case al mare; in realtà, se inseriti nelle abitazioni cittadine, oltre a regalare un tocco d’estate, possono dar vita a soluzioni davvero inaspettate - afferma Elena Boggia, architetto ed ideatrice del magazine on line VogliaCasa.it -. Partendo da complementi ed accessori, fino ad arrivare ai tessuti, si possono seguire i trend del momento così da assicurare un look esclusivo al nostro appartamento in città. Il punto di partenza, secondo me, è la scelta dei colori». Appoggiati semplicemente al muro oppure appesi alle pareti, in abbinamento a stampe e fotografie che riprendono paesaggi marini, questi oggetti che simboleggiano il mare e la stagione estiva possono trovare spazio in ogni angolo della casa.

«Remi e tavole da surf trovano in camere da letto o ingressi il loro posto naturale; possono essere usati come elementi decorativi o, in modo più funzionale, come appendiabiti o bastoni per le tende - continua Boggia -. È bene, però, non inserire troppi oggetti che stonerebbero persino in una casa al mare. Non esagerare, dunque, con conchiglie e cose così. Meglio usare, invece, corde e nodi al posto di mancorrenti o elementi naturali come canne di bambù o rami trovati sulla spiaggia». Basta un po’ di creatività e manualità per dare nuova vita ad elementi marinari che abbiamo ereditato da nonni e zii o che si possono trovare nei vari mercatini dell’usato.

«La dilagante filosofia del riuso ci permette di dare libero sfogo alla nostra creatività, ricontestualizzando ogni tipo di oggetto all'interno delle nostre abitazioni. E così, anche elementi strettamente legati al mondo del mare e delle vacanze, possono essere portati in città e trasformati in oggetti che fanno rivivere l’estate tutto l’anno - spiegano Marta Barbieri, architetto, e Francesca Matera, interior designer ed ideatrice del blog Non Ditelo all'Architetto su myinteriordesign.it -. Una tavola da surf dismessa, meglio se di quelle vintage in legno naturale, ad esempio, può essere trasformata nella testata del letto o nel piano di un tavolino. Basta un solo arredo creativo e d’impatto che faccia bella mostra di sé per conferire alla casa uno stile “coastal”.

Chi ha meno dimestichezza con il fai da te - concludono le due - può scegliere uno degli oggetti di design creati ad hoc da designer e home brand, come l’attaccapanni Malo e Surf di Maison du Monde o uno dei pezzi della collezione Surfing Design realizzata dal duo toscano designS».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati