brexit, equitalia, Matteo Renzi, Sicilia, Politica
L'ANNUNCIO

Fisco, Renzi: "Entro l'anno addio ad Equitalia"

ROMA. Abbandonare Equitalia e portare a Milano alcune istituzioni finanziare che per ora sono a Londra. Sono questi i temi principali esposti dal premier Matteo Renzi nel corso di un'intervista a Rtl 102.5 a Milano.

«Entro l'anno arriverà il decreto che cambierà il modo di concepire il rapporto tra fisco e cittadini - spiega Renzi - Equitalia non ci sarà più che non vuol dire che le multe non si pagano più ma cambierà come. Confermo: entro l'anno bye bye Equitalia».

«Hanno ridotto tutte le stime di crescita dopo Brexit, ci sarà a breve un rallentamento dell'economia per l'Europa ma nel medio periodo i danni li sentiranno più gli inglesi. Ad esempio noi stiamo provando con Beppe Sala a portare a Milano un pò di istituzioni finanziarie che sono a Londra e stiamo ragionando sull'ipotesi di un passaporto europeo a chi studia alla Bocconi», ha annunciato il premier legando le ultime stime sulla crescita all'esito del referendum inglese.

E sulla trattativa tra Italia ed Europa sulle banche, Renzi aggiunge: «Dopo Brexit è fondamentale che ci sia più buonsenso in Ue, che le banche tornino a fare prestito agli artigiani e alle a pmi, servono regole più umane per le persone dopo che negli in ultimi anni sono apparse a beneficio degli istituti di credito e della finanza varia. Stiamo discutendo e ragionando ma io penso che si può risolvere tutto con il buonsenso applicando le regole in vigore».

Parlando poi del suo impegno per le periferie dopo che ieri il sindaco di Roma Raggi è stata a Tor Bellamonaca, Renzi afferma: «Io non condivido che il Pd si sia ricordato delle periferie qualche giorno prima delle comunali. Io non vado a fare comparsate show in periferia, noi abbiamo messo dei soldi per le periferie: 100 milioni per gli impianti sportivi, 500 milioni nella legge di stabilità ai comuni per le
periferie. Questo serve non che faccio le giratine in periferia per far vedere che mi occupo di periferie».

«Abbiamo fatto interventi significativi ma vedo che alcune realtà sono in sofferenza: le famiglie, i pensionati con 650 euro al mese, le partite iva, gli artigiani, tutti temi su cui dobbiamo fare di più e sono la priorità dentro i vincoli Ue». È l'obiettivo fiscale che Matteo Renzi, a Rtl, indica per la prossima legge di stabilità.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati