PALERMO

Nomine di manager e irregolarità, indagato direttore del Policlinico

falso, nomine, sanità, titoli, Sicilia, Archivio

PALERMO. Il direttore generale del Policlinico di Palermo Renato Li Donni è indagato dalla Procura del capoluogo siciliano con l'accusa di falso. Secondo l'accusa mossa dal Pm Luca Battinieri, Li Donni avrebbe confermato alcuni titoli poi prodotti da Giovanni Migliore, nominato dalla giunta Crocetta direttore generale dell'Azienda ospedaliera Civico di Palermo, consentendogli, dunque, di ottenere quell'incarico.

Le indagini sono condotte dai carabinieri del Nas. Il manager del Policlinico è stato convocato per oggi pomeriggio per rendere interrogatorio, ma ha preannunciato che si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere. Presenterà una memoria in cui respinge le accuse.

Giovanni Migliore non risulta invece iscritto nel registro degli indagati. Il primo a denunciare irregolarità nei curricula di manager, direttori sanitari ed amministrativi degli ospedali siciliani era stato il Cimo, il sindacato della sanità ma la battaglia si era presto spostata anche su altri fronti e sindacati con Fials denunciarono altre irregolarità nei curricula di altri manager e dirigenti ma molte di quelle battaglie si erano concluse con la riabilitazione dei "sospesi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati