Sicilia, Società
IL SONDAGGIO

Girare il mondo in libertà: è boom tra le donne

di

PALERMO. Cambiano le abitudini e le modalità di pianificazione di viaggio degli italiani. Sempre più persone organizzano le proprie vacanze in maniera più autonoma, utilizzando i nuovi e innovativi strumenti disponibili online.

La tecnologia mobile rappresenta un elemento chiave per l’organizzazione della propria vacanza, grazie alla possibilità di restare costantemente connessi e aggiornati attraverso il proprio dispositivo prima, durante e dopo questa. A confermarlo, il Mobile Travel Report 2016 di Kayak.it, uno dei motori di ricerca viaggi leader nel mondo. Il report si basa su un sondaggio svolto in collaborazione con OpinionWay, condotto in 12 Paesi europei, tra cui l’Italia, e l’Asia su un campione di 1000 persone per Paese.

Oggi, stando ai dati raccolti dalla ricerca, quasi la metà degli italiani consulta i siti delle compagnie aeree e degli hotel (47%) per decidere quale sarà la loro prossima destinazione. Il 45%, invece, lo fa esaminando gli OTA, agenzie di viaggio online.

In molti continuano a chiedere consigli agli amici, anche se meno rispetto al passato: 40% contro il 49%. I social media, però, sono diventati il vero trend per trovare l’ispirazione di viaggio (26% di oggi contro il 6% di dieci anni fa), così come i blog tematici (29% contro 7%), numeri che crescono tra gli under 35, arrivando in entrambi i casi fino al 47%.

«Basta guardarsi intorno per toccare con mano l’evoluzione e il conseguente aumento dei blog a tema travel, seguiti da un pubblico sempre più ampio. - racconta Simona Pastore, ideatrice del blog theredmoustaches.com -. Per trovare la destinazione ideale, consiglio di effettuare un’attenta ricerca su travel blog autorevoli come quello di Andrea Petroni (vologratis.org).

Scelta la meta, occorre proseguire con la ricerca dei voli, di eventuali transfer e del pernottamento; negli ultimi anni, ho scoperto i portali come Homeaway o Airbnb dove è possibile trovare appartamenti completi di tutto, a prezzi competitivi. È bene controllare poi la geolocalizzazione delle strutture che andremo a prenotare, se ci sono mezzi di trasporto pubblici nelle immediate vicinanze, per evitare di incorrere in spiacevoli sorprese».
A preferire i canali di informazione tematici più innovativi sono soprattutto le donne, sempre più propense a effettuare anche viaggi in solitaria.

«Le donne oggi sono molto più organizzate da un punto di vista gestionale nell'approccio al viaggio - continua la blogger siciliana -; limitarsi ai viaggi di coppia o in comitiva non è più l’unica alternativa. La mancanza di una relazione stabile, infatti, non deve essere un fattore limitante al desiderio di una vacanza dall'altra parte del mondo o di un weekend fuori porta». CO.TI.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati