Stabilizzazione dei precari, Venturino: "Sbloccare i ddl fermi all'Ars"

PALERMO. «Due anni e mezzo fa ho depositato due disegni di legge per mettere ordine nel sistema del precariato, oltre 23 mila persone: i due testi di riforma sono inspiegabilmente fermi in commissione Lavoro all'Ars. Spero che il presidente Marcello Greco sblocchi questa situazione una volta e per tutte». Lo dice il vice presidente vicario dell'Ars, Antonio Venturino, in conferenza stampa a Palazzo dei Normanni.

«Il problema è di natura politica e non lo si vuole affrontare: purtroppo il precariato è il bacino elettorale dove certa politica cerca di attingere consensi. Se il sottosegretario Faraone dice che ci sono i soldi, allora perchè non si portano avanti i due ddl di riforma», aggiunge Venturino. Venturino ha ricordato che in Friuli Venezia Giulia la Regione ha stabilizzato i precari «con un meccanismo simile a quello previsto nei ddl di riforma fermi in commissione». Il primo ddl prevede l'applicazione del decreto D'Alia, attingendo dal bacino dei lavoratori socialmente utili (Lsu)  per le assunzioni nella pubblica amministrazione; il secondo ddl istituisce il ruolo unico per i precari occupati negli enti locali con contratti a tempo determinato.

© Riproduzione riservata

Correlati