Croazia-Portogallo, Euro 2016, europei, Cristiano Ronaldo, Sicilia, Sport
EURO 2016

Croazia sbiadita, Quaresma la punisce: Portogallo ai quarti

LENS. Finale da brividi ai supplementari di una partita inguardabile che premia un Portogallo tanto anonimo quanto fortunato. Dopo 115 minuti di sbadigli succede tutto nei minuti finali dell'over-time con Cr7 e compagni bravi ad approfittare di una ripartenza dopo un palo di Perisic per colpire ed eliminare la Croazia. Finisce 1-0 con i lusitani che evitano proprio all'ultimo la lotteria dei calci di rigore guadagnandosi grazie al gol dell'ex interista Quaresma al 117' i quarti di finale con la Polonia. Primo tempo da sbadigli a Lens: più che ad un ottavo di finale degli Europei sembra di assistere ad una noiosa amichevole d'estate dove regna l'equilibrio.

Poche le occasione per parte, con Ronaldo imbrigliato tra le maglio croate e i palleggiatori Biancorossi non troppo lucidi. La prima azione pericolosa arriva dopo quasi mezz'ora ed è del Portogallo con un colpo di testa del difensore del Real Madrid Pepe a due passi dalla porta ma la palla finisce alta sopra la traversa. Passano cinque minuti e arriva la replica croata: Nani perde palla a centrocampo, lanciando il contropiede dell'interista Peri?i?, l'esterno, che per l'occasione si è disegnato i colori della Croazia sulla capigliatura, se ne va sulla destra e penetra in area dal lato corto, scocca il sinistro da buona posizione ma chiude troppo il tiro sul primo palo.

Parte il secondo tempo, ancora niente spettacolo ma la Croazia sembra più vivace andando vicina al vantaggio due volte in dieci minuti. Prima ci prova Brozovic che servito su calcio d'angolo riceve in area con la difesa portoghese non ancora disposta, calcia rapidamente ma la palla finisce alta. Poi è Vida a staccare in area tutto solo e mancare un gol che sembrava fatto. Gli squilli della Croazia restano tali, via via la partita si spegne sempre di più sembrando una fotocopia del bruttissimo primo tempo con praticamente nessun tiro indirizzato nello specchio della porta. Il Portogallo è inguardabile con un Cristiano Ronaldo anonimo, la partita non si sblocca e i supplementari sono inevitabili.

Anche all'over-time sembra non accadere praticamente nulla di rilevante in una partita che rischia di candidandosi per passare alla storia come la più brutta di Euro 2016. A cinque minuti dal termine dei tempi supplementari, però, la Croazia va vicina al gol con Perisic che prende il palo e su una ripartenza il Portogallo va in vantaggio. Renato Sanches porta palla e smarca Nani: palla svirgolata che arriva a Ronaldo, tiro di CR7 parato da Subasic e appoggiato in porta di testa dalla 'trivelà Quaresma liberissimo. I croati si buttano in avanti soprattutto con Pjaca, sfiorano l'1-1 ma alla fine dei 120 minuti è il Portogallo a volare ai quarti di finale. Ad attendere Cr7 e compagni giovedì 30 giugno a Marsiglia ci sarà una bella Polonia che ha superato ai rigori la Svizzera.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati