formaggio, grilled cheese, Sicilia, Società
GUSTO

Gustosi, pratici e di grande qualità: spopolano i "formaggi grigliati"

di

PALERMO. Con il ritorno del bel tempo, si apre ufficialmente la stagione del barbecue, un rituale che piace a oltre 3 milioni di italiani.

Non solo carni e verdure, però.

Tra le novità di prodotto, vi sono i «grilled cheese»; i formaggi grigliati, molto amati in diversi paesi europei, puntano adesso ad affermarsi anche in Italia. Il crescente interesse per le grigliate in versione vegetariana, infatti, sta determinando la nascita di nuovi prodotti caseari, i grilled cheese appunto, che rappresentano il 2% delle innovazioni lanciate nell'ultimoanno nel mercato caseario europeo. Dopo avere spopolato in Germania, Svizzera ed Austria, i formaggi da grigliare stanno ora conquistando i nostri connazionali.

«I grilled cheese abbinano gusto e praticità. Le aziende produttrici li propongono già tagliati a fette o in spiedini, preconfezionati in pack ad alto contenuto di servizio, che consentono di prepararli, in pochi minuti, non solo sulbarbecuein giardino, ma anche sul fornello della cucina, con la griglia o la padella - sottolineano gli esperti di Assolatte, l’Associazione Italiana Lattiero Casearia -. Si tratta di formaggi caratterizzati dall'ottimatenuta sulla griglia, che fondono lentamente, restando croccanti fuori
emorbidi dentro».

È possibile scegliere tra differenti tipi di formaggi da griglia, sia proposti al naturale che impanati o declinati in maniera sfiziosa, ad esempio, marinati con erbe aromatiche o spezie.

«Esclusi a priori i formaggi freschi (troppo morbidi)e quelli stagionati (al contrario, troppo duri), i più indicati per la griglia sono quelli a pasta semidura, quindi i semistagionati come la scamorza, sia normale che affumicata, il caciocavallo, le caciotte, il provolone dolce o piccante. E poi, ancora: pecorini, tomini e caprini», suggerisce Ada Parisi, giornalista, chef ed ideatrice del blog sicilianicreativiincucina.it.

Non solo la scelta del formaggio risulta però importante.

Per ottenere dei gustosi grilled cheese, perfetti per deliziare i palati dei nostri ospiti, è opportuno seguire alcuni semplici accorgimenti.

«La cosa più importante è lo spessore della fetta: il formaggio deve essere di circa 2 centimetri di spessore. Se tagliato troppo sottile, infatti, si scioglierebbe in fretta. Se fosse troppo spesso, invece, al centro resterebbe freddo - continua la blogger siciliana -.Primadiprocedere con la cottura, inoltre, occorre accertarsi che la griglia sia ben calda, così da ottenere quella crosticina dorata che gli conferisce quel tipico gusto».

Oltre che da soli, i formaggi grigliati possono essere gustati in abbinamento ad altri piatti e, ovviamente, ad un buon bicchiere di vino.

«I formaggi alla griglia, se serviti come secondopiatto, si abbinano perfettamente a verdure grigliate o a fresche insalate. Se proposte come antipasto, invece, possono essere spolverizzati ancora caldi con un trito di erbe aromatiche fresche o secche e accompagnati con frutta secca (noci, nocciole e pistacchi), fresca (pere, pesche e melone) e composte di frutta, miele o mostarde. Da bere - conclude Parisi -, consiglio un vino bianco secco come Gavi, Luganao il Grillo siciliano oppure una bollicina nella versione Brut, come il Trento Doc, l’Alta Langa o un Franciacorta».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati