Domenica, 21 Ottobre 2018

Adele strega l'Arena di Verona, 15 mila spettatori per l'evento dell'anno

Un ingresso da autentica star, in mezzo al pubblico in platea all'Arena di Verona, sulle note di "Hello", suo ultimo grande successo, in una selva di scatti dei cellulari, con gli spettatori arrampicati sulle poltroncine per immortalare il passaggio della regina del pop. Così Adele ha aperto il primo dei due soli concerti italiani del tour legato a "25", nel più grande teatro all'aperto del mondo. Un tempio della lirica sempre più prestato alla musica pop, a suon di sold out. Quindicimila spettatori per l'evento musicale dell'anno.

La cantante britannica, carica di successi di vendite e di riconoscimenti, si è rivelata una spassosa intrattenitrice. Ha scherzato con gli spettatori; ha chiamato sul palco due emozionatissime giovani fan per un selfie: Lucy e Adriana, che Adele ha atteso mentre armeggiavano con il telefonino, accompagnando con un paio di 'shit' la sua divertente conversazione. Ha chiesto quanti spettatori compivano gli anni, abbracciando una fan arrivata dalla Florida. E ha domandato se qualcuno avesse ricevuto i biglietti del concerto come regalo di Natale. Prima di cantare "Rumor Has It" ha ricordato al pubblico di non avere molte canzoni felici, dicendo che sarebbe stata una grande sessione di pianto.

In fila fin dal primo pomeriggio per ascoltare la 28enne londinese, fan da tutta Europa (molti tedeschi) e sul palco Adele si è informata di quanti spettatori - pochi - ci fossero da Verona, dalla Finlandia, Polonia, Israele, Brasile. Ha sghignazzato, fatto battute, e prima di attaccare "Sky Fall" (che le è valso l'Oscar) ha chiesto quanti appassionati di James Bond ci fossero, scatenando un'ovazione. Ai napoletani ha parlato della pizza. E si è rivolta anche al pubblico rimasto fuori, in centinaia, che hanno seguito il concerto sdraiati sul vallo dell'anfiteatro e sulle scalinate del municipio di Verona.

Un tour che dopo Verona toccherà Amsterdam, Parigi e Anversa, per poi volare oltreoceano con 54 date in 22 diverse città degli Stati Uniti e del Canada prima di concludersi a Città del Messico il 15 novembre. Adele non ha deluso le aspettative regalando al pubblico che ha gremito l'Arena il meglio del suo repertorio, cominciando appunto con "Hello", il singolo che ha anticipato il suo terzo singolo "25" (uscito lo scorso novembre), per proseguire con uno dei brani d'esordio, "Hometown glory", accompagnato dalle immagini di Verona.

Sul palco un'orchestra con venti elementi e un gruppo di coriste. E dopo un set acustico con "Million Years" e "Dont' You Reme+mber", per questa tappa italiana una novità assoluta del tour: "Love in The Dark". Fino alle canzoni più popolari, che hanno strappato le richieste di bis, come "Someone like you" e "Rolling in the deep".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X