emergenza, impianti, regione, rifiuti, Rosario Crocetta, Vania Contrafatto, Sicilia, Politica
REGIONE

Rifiuti, Crocetta chiede poteri speciali: "Nuovi impianti, c'è troppa burocrazia"

di
L’assessore ai Rifiuti, Vania Contrafatto, ha più volte avvertito sul pericolo che in estate, già a partire da giugno, alcuni degli impianti principali risultino saturi o non più utilizzabili per problemi burocratici

PALERMO. Crocetta si prepara a rivolgere allo Stato una nuova richiesta di poteri speciali per fronteggiare l’emergenza rifiuti. Il presidente riunirà la giunta oggi pomeriggio, di ritorno da Roma, e farà approvare un nuovo documento - da lui stesso redatto - in cui viene fotografata la situazione generale delle discariche e le prospettive di breve periodo.

L’assessore ai Rifiuti, Vania Contrafatto, ha più volte avvertito sul pericolo che in estate, già a partire da giugno, alcuni degli impianti principali risultino saturi o non più utilizzabili per problemi burocratici. Da qui la richiesta che Crocetta rivolgerà a Renzi: “Servono poteri speciali per poter agire con delle deroghe sugli impianti attuali. Inoltre, dobbiamo accelerare la realizzazione dei nuovi impianti che sono stati programmati e avviati ma su cui stiamo incontrando difficoltà burocratiche”.

La richiesta di commissariamento dovrebbe quindi avere questi contorni ed essere legata per lo più allo sviluppo degli impianti. Una scelta curiosa, visto che un altro documento in questo senso era stato spedito a Roma un mese fa dall'assessore Contrafatto. Crocetta si dice invece scettico su altre due soluzioni: “Inviare i rifiuti all’estero o in altre regioni non mi pare una scelta praticabilie. Si perderebbe troppo tempo per individuare i siti e costerebbe anche parecchio”. Allo stesso modo il presidente vede difficoltà sulla possibilità di bruciare i rifiuti nelle cementerie: “Questa è una soluzione prevista nel piano della Regione ma ogni volta che la mettiamo sul tappeto incontriamo la forte opposizione dei sindaci del territorio e ci sono perfino scontri con altri enti per le autorizzazioni. E’ già successo per esempio per la centrale di San Filippo del Mela”.

Mentre la giunta sarà riunita a Palazzo d’Orleans, l’Ars proverà ad approvare la Finanziaria bis. Potrebbe arrivare in extremis anche la norma che recepisce la riforma nazionale in materia di Città Metropolitane, superando così lo scontro con lo Stato.

Ieri, oltre ai tagli per gli stipendi dei dirigenti di enti e partecipate, sono state approvate anche misure in favore dei disabili. I deputati del Movimento 5 Stelle hanno ottenuto il via libera al voucher per il trasporto e l’assistenza igienica a scuola dei disabili. Questo grazie ad un emendamento a firma Valentina Zafarana e Angela Foti: “Siamo a conoscenza – dicono le due deputate - del fatto che l'Ufficio scolastico regionale non può assicurare oggi il numero sufficiente di personale ATA per l"assistenza igienica personale degli allievi disabili. In attesa che le scuole vengano dotate di più unità di personale, e che le stesse vengano formate, abbiamo voluto introdurre la possibilità di sopperire tramite voucher erogato direttamente alle famiglie dei ragazzi disabili, così da cominciare il prossimo anno scolastico con la serenità data da un servizio obbligatorio coperto”.

Il Pd ha annunciato invece il via libera a finanziamenti per i consorzi di bonifica: “L’assessorato all’Economia ha sbloccato 16 milioni – spiega la capogruppo dei Dem, Alice Anselmo -, si tratta di somme previste dalla manovra economica regionale che consentiranno l'avvio della stagione irrigua. Adesso, anche attraverso la prossima riforma del settore, gli enti devono garantire servizi efficienti all’agricoltura e contribuire alla tutela del nostro territorio”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati