REGIONE

Pagamenti fermi, niente stipendi per 25 mila precari siciliani: pressing sulla Regione

di
precari, regione, STIPENDI, Sicilia, In Sicilia così

PALERMO. Al Comune di Capo d’Orlando i precari hanno ricevuto ieri lo stipendio di novembre mentre in altre città della Sicilia l’attesa va avanti anche dall’estate scorsa.

I circa 15 mila contrattisti degli enti locali sono solo una delle tante categorie che in questi giorni sta protestando perchè la busta paga non arriva: ci sono anche i circa 2.800 Pip di Palermo, i 6 mila Asu della Regione, qualche centinaio di dipendenti delle partecipate e degli enti regionali. È una platea di circa 25 mila persone che si muove in pressing verso i palazzi della Regione.

I sindaci dalla seconda metà dell’anno scorso hanno pagato i precari a singhiozzo: «Ci sono paesi e città in cui lo stipendio non arriva da 8 o 10 mesi altri in cui arriva quasi regolarmente - commenta Massimo Bontempo, leader del Movimento Giovani Lavoratori -. In alcuni casi i sindaci hanno pagato solo il personale a tempo indeterminato. Il problema è che circa la metà del budget destinato ai precari nel 2015 non è stato erogato. E i soldi di quest’anno sono bloccati».

Il motivo lo spiega l’assessore regionale agli Enti Locali, Luisa Lantieri: «Gran parte dei finanziamenti di quest’anno al settore dei precari è nei capitoli di bilancio congelati in attesa che lo Stato eroghi i 500 milioni di aiuti promessi. Una vertenza che si sbloccherà presto».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE  

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati