PD

Referendum, Carbone: il mio "Ciaone" su Twitter? Non mi scuso

pd, polemica, referendum trivelle, twitter, Sicilia, Politica

ROMA. «Il tweet contro i promotori di quell'inutile referendum sulle trivelle lo riscriverei identico». Lo afferma al Corriere della Sera, Ernesto Carbone del Pd, sull'hashtag «#Ciaone», creato a proposito del quorum non raggiunto nel referendum.

«Veramente io polemizzavo con i promotori del referendum, con Emiliano, con Salvini, mica con chi stava andando a votare», spiega Carbone che sul suo ruolo istituzionale aggiunge: «Garbo? No, scusate: io rivendico il diritto di non votare e di polemizzare». Niente scuse dunque per il tweet: «Ah ah ah! Ma allora non avete capito? Non ci penso proprio».

Inoltre, evidenzia, «su Twitter hai a disposizione solo 160 caratteri», «mica potevo scrivere i nomi e i cognomi di tutti». Sul come gli sia venuta in mente l'espressione spiega: «Oh, beh? è semplice. Me l'ha insegnato mia figlia. Da qualche settimana, ci salutiamo così».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati