Mercoledì, 12 Dicembre 2018
IL CASO

Scandalo vaccini in Cina: sanzionati e licenziati 357 funzionari

PECHINO. Sono 357 i funzionari delle amministrazioni locali in Cina licenziati o sanzionati per lo scandalo sulla vendita dei vaccini per bambini mal conservati o contraffatti. Lo ha deciso il Consiglio di Stato, il governo di Pechino, che, in base ai documenti rilanciati dall'agenzia Nuova Cina, ha annunciato nuove misure per rafforzare i controlli.

Lo scandalo ha finora individuato 192 casi penali in tutto il Paese e l'arresto di 202 persone a seguito delle indagini capillari, mentre 45 gruppi sono stati coinvolti nell'inchiesta a titolo di «commercio improprio di vaccini». Le nuove norme vietano ai venditori all'ingrosso di trattare i vaccini che da adesso saranno tracciabili dalla produzione all'uso finale seguendo norme dedicate su refrigerazione e trasporto.

Lo scandalo è emerso a marzo quando la Food and Drug Administration, l'autorità di vigilanza sul settore, ha scoperto che nove compagnie stavano rivendendo vaccini impropriamente conservati o scaduti dando il via a una nuova ondata di timori diffusi sulla sicurezza dei farmaci.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X