IN UNA SPARATORIA

Tragedia negli Usa, poliziotta uccisa il primo giorno di servizio

L'agente di polizia Ashley Guindon è morta in servizio rispondendo ad una chiamata per una lite domestica, in un'abitazione dove era presente anche un bambino

polizia, USA, Sicilia, Mondo

NEW YORK. Uccisa al suo primo giorno di lavoro, dopo aver giurato solo qualche ora prima. L'agente di polizia Ashley Guindon è morta in servizio rispondendo ad una chiamata per una lite domestica, in un'abitazione dove era presente anche un bambino.

Guindon, insieme ad altri due colleghi, si è recata sul posto, a Woodbridge. E quello che sembrava un caso facile è finito in tragedia: come gli agenti siano arrivati ad uno scontro a fuoco con il sospettato, un militare, non è ancora chiaro. Il bilancio però è pesante: Ashley è stata uccisa e gli altri due agenti sono rimasti feriti. Nella sparatoria è stata uccisa anche un'altra donna, ma la polizia non ne ha rivelato l'identità.

Il sospettato è sotto la custodia delle forze dell'ordine e potrebbe essere accusato di omicidio. L'agente Guindon è morta in seguito alle ferite riportate, ha fatto sapere il Dipartimento di Polizia della Contea di Prince William sulla sua pagina Facebook. Le condizioni dei due agenti feriti non sono note. Guindon aveva giurato per diventare agente solo venerdì: l'account Twitter del Dipartimento aveva pubblicato una sua foto, dandole il benvenuto e annunciando che sarebbe entrata in servizio nel fine settimana.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati