REGIONE

Ex Province: niente stipendi, personale in esubero e tagli ai contratti dei precari

di

I commissari: casse vuote e debiti alle stelle, c’è la grana del personale in eccedenza che rischia di essere destinato ai Comuni

personale, Province, regione, Sicilia, In Sicilia così

PALERMO. Casse vuote e deficit fuori controllo, impossibile approvare i bilanci. I 9 commissari mettono nero su bianco che le ex Province sono al dissesto. E che ciò comporta misure eccezionali: taglio dei contratti dei precari e dichiarazione di esubero per migliaia di dipendenti di ruolo.

Alla vigilia del via alle votazioni della Finanziaria, i commissari delle Province invocano il soccorso della Regione, che però allarga le braccia: «La manovra - spiega il ragioniere generale, Salvatore Sammartano - prevede per questi enti poco meno di 20 milioni. Difficile trovare altre risorse, anche perchè rimarrebbero impigliate nei limiti del patto di stabilità».

Nella lettera inviata a Crocetta i commissari delle Province indicano in almeno 130 milioni il disavanzo. E a ciò si aggiunge un aumento del contributo al risanamento della finanza pubblica, imposto dallo Stato per sistemare il bilancio nazionale: quest’anno costerà circa 60 milioni in più.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati