europa league, Fiorentina-Tottenham, Galatasaray-Lazio, Sedicesimi di finale, Villarreal-Napoli, Sicilia, Sport
EUROPA LEAGUE

Il Napoli si arrende a Villarreal e arbitro
Lazio e Viola, due pari dal sapore diverso

ROMA. Complice un arbitraggio imbarazzante dell'Olandese Nijhuis, che non concede un clamoroso calcio di rigore per fallo di mano di Soriano a metà del secondo tempo, il Napoli perde per la prima volta quest'anno in Europa. Vince il Villarreal (1-0) grazie ad una punizione di Suarez trasformata nel finale. La qualificazione, ovviamente non è compromessa. Fra una settimana al San Paolo gli azzurri dovranno ribaltare la situazione. Le recriminazioni per la squadra di Sarri non mancano e non solo per il rigore non concesso. Prima del gol del Villarreal, infatti, le migliori occasioni per sbloccare il risultato le avevano avute proprio i partenopei.

Tra Fiorentina e Tottenham è finito 1-1 il primo round in attesa del secondo in programma a Londra fra una settimana. Non è un risultato che faciliterà i viola che l'anno scorso riuscirono a eliminare gli Spurs dalla competizione dopo un 1-1 in trasferta e il successo per 2-0 al ritorno al Franchi. Ma il gran gol da 25 metri realizzato da Bernardeschi davanti al ct Conte che ha pareggiato il rigore dubbio di Chadli e la reazione della squadra di Sousa dopo un deludente primo tempo lasciano qualche speranza. Ci sarà da battagliare, sarà durissima contro la formazione di Pochettino attuale seconda forza della Premier ma la Fiorentina ci proverà come ha annunciato subito a fine gara lo stesso tecnico portoghese.

La Lazio d'Europa è un'altra cosa. Messi da parte i complessi di un campionato deludente, nella Turk Telekom Arena la squadra di Pioli strappa un pareggio da vedere in chiave positiva guardando al ritorno dei 16/i di Europa League, fra una settimana all'Olimpico. Contro un Galatasaray messo peggio (solo 5 in campionato e a 15 punti dalla capolista) e in grossi guai finanziari tanto da rischiare l'esclusione dalle coppe europee, la squadra di Pioli dà una prova di maturità, e su un campo ostile gioca con coraggio e idee, facendo soffrire i rivali con il suo gioco 'palleggiatò. Alla fine chiude stanca, ma lamenta due possibili rigori a favore, non concessi dall'arbitro inglese Oliver. Al vantaggio turco, al 12' con Sariouglu, la Lazio replica dopo appena 9 minuti, con Milinkovic-Savic che si 'avvità perfettamente e segna con un bel colpo di testa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati