CISL

Lavoro, Furlan: "Jobs Act ha tolto un po' di giovani dalla precarietà"

«I dati sul lavoro sono positivi» nel senso che il jobs act «ha tolto un pò di giovani dalla precarietà»

cisl, jobs act, LAVORO, Sicilia, Politica

ROMA. «I dati sul lavoro sono positivi» nel senso che il jobs act «ha tolto un pò di giovani dalla precarietà». Lo ha detto il segretario generale della Cisl Annamaria Furlan ad Agorà, spiegando che il jobs act ha la caratteristica di «togliere un pò di giovani dallo stato di precarieta» e il dato (diffuso ieri da Inps, ndr) conferma esattamente questo« e da questo punto di vista »penso che il risultato sia positivo«.

Ma, ha sottolineato Furlan, "come diamo risposte agli oltre tre milioni di disoccupati che ancora abbiamo nel Paese?". Per il segretario generale della Cisl "il nuovo lavoro non si crea attraverso le regole del mercato del lavoro, si crea attraverso lo sviluppo e la crescita".

«C'è bisogno di una scelta seria per riformare il fisco». Così il segretario generale della Cisl Annamaria Furlan ad Agorà, sottolineando che «oggi le tasse sono tutte sulle spalle dei lavoratori, dipendenti e pensionati». La scelta degli 80 euro, ha spiegato, «non è un modo strutturale
per riformare il fisco».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati