SUL PALCO STASERA

Sale l'attesa per Eros Ramazzotti: quando all'Ariston tutto ebbe inizio

cantante, Sanremo, Carlo Conti, Eros Ramazzotti, Sicilia, Sanremo

SANREMO. Tutto è partito da quel palco più di trent'anni fa.

Era il 1984 e il giovane Eros, poco più che ventenne, vinceva tra le Nuove Proposte del festival con Terra Promessa. L'anno successivo si ripresenta a Sanremo, stavolta tra i «big», con Una storia importante. Si classifica sesto, ma il singolo vende oltre un milione di copie in Francia. La vittoria l'agguanta nel 1986 con Adesso tu.

Stasera Ramazzotti torna al festival di Sanremo: da superospite.

Quel ragazzo dall'aria scontrosa, timido, con i ricci ribelli a incorniciargli il broncio che cantava i sogni e le aspirazioni dei giovani nati negli anni Sessanta, ha lasciato il posto a un uomo più maturo, che ha collezionato da allora successi non solo in Italia ma anche all'estero, dove è tra le star italiane più amate insieme a Laura Pausini. E l'ultima volta che è stato all'Ariston è stato proprio in duetto con la popstar romagnola, nel 2006, sulle note di Nel blu dipinto di blu, nella versione originale presentata 50 anni prima da Domenico Modugno.

Caso vuole che, in questa edizione, anche la Pausini sia stata invitata da Carlo Conti.

Oggi, padre realizzato con famiglia allargata, torna e stasera canterà Rosa nata ieri, canzone tratta dal suo ultimo album Perfetto, storia di un padre che si rivolge alla figlia ormai diventata donna.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati