ars, emendamenti, manovra, regione, Sicilia, In Sicilia così
ARS

Manovra, emendamenti contro i tagli: proposti più soldi per enti e coop

di
I deputati provano l’assalto a una manovra che taglia 450 milioni

PALERMO. Più soldi per enti, associazioni, cooperative. I deputati provano l’assalto a una manovra che taglia 450 milioni di cui solo 50 relativi proprio a finanziamenti a pioggia che finiscono spesso nelle tasche di lavoratori sotto forma di stipendi. I lavori sono già iniziati in commissione Bilancio. Il deputato trapanese del Pse, Nino Oddo, ha annunciato ad esempio che “i consorzi di bonifica meritano uno stanziamento aggiuntivo di 5 milioni di euro in finanziaria per evitare l’aggravio dei costi per le tariffe dei consorziati. Ho presentato un emendamento alla finanziaria e ho firmato alcuni emendamenti che stanziano altri 200 mila euro per la Biblioteca Fardelliana di Trapani), il Consorzio Universitario di trapani (+400 mila euro), l’Ente Luglio Musicale (+200 mila euro) e l’Istituto di Tecnologia Avanzata di Trapani (+50 mila euro)”.

Ogni parlamentare prova ad aiutare le sigle politicamente e geograficamente più vicine. II presidente della commissione Bilancio, Vincenzo Vinciullo, ha proposto un aumento di 300 mila euro per il Cerisdi e di 500 mila euro per la Protezione civile. Il deputato del Pd, Giovanni Panepinto, propone 280 mila euro per il Coppem, il parlamentare del Pd, Roberto Clemente, ha presentato emendamenti per stanziare 500 mila euro per l’Istituto di incremento ippico e 500 mila per l’Istituto zootecnico.

E ancora, i Cinque Stelle propongono una variazione di 3 milioni in più per le Ipab al collasso mentre i deputati del Pd Alice Anselmo e Nello Dipasquale chiedono 500 mila euro per l’Orchestra sinfonica.

 

CLICCA QUI PER LA SEDUTA IN DIRETTA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati