Sicilia, Viaggi & Crociere
CONFTURISMO

Resta la paura terrorismo ma non cala la voglia di viaggi

ROMA. Da una parte ci sono le terribili immagini che ormai scorrono quotidianamente tra televisioni e siti internet di attacchi terroristici che spesso coinvolgono anche i turisti, dall'altra però resta la voglia di viaggiare magari evitando alcune mete che "fanno più paura".

E' la fotografia dei turisti italiani scattata dall'osservatorio di Confturismo-Istituto Piepoli: il valore dell'indice di propensione al viaggio degli italiani raggiunge nel mese di gennaio un valore di 59 punti, stabile rispetto alla fine del 2015. E rispetto allo stesso mese dello scorso anno si rileva una crescita di 2 punti.

L'ottimismo per un buon 2016 turistico continua a rimanere elevato, nonostante il timore per gli attentati incida negativamente. Quasi un terzo degli italiani, a causa degli ultimi attacchi - in particolare quelli di Istanbul e Giacarta - ha paura di recarsi all'estero. Le zone più "temute" - secondo l'osservatorio di Confturismo - sono il Medio-Oriente, la Turchia e La Francia, che comunque resta nella "top five" delle mete europee.

Rimane sempre elevato il timore di volare. Le preoccupazioni non riguardano solo l'estero: 1 su 2 teme anche che possa verificarsi un attentato di matrice islamica nel nostro paese. Le città d'arte trainano le preferenze dei turisti per i prossimi tre mesi. Oltre un italiano su due le sceglierà come destinazione tra febbraio e aprile.

Ed è proprio la cultura a trainare il settore: quasi 6 italiani su 10 intendono visitare musei, monumenti e mostre. Il numero medio di notti per viaggio per i prossimi tre mesi cresce rispetto al gennaio del 2015 del 6% fino ad arrivare a 3,8 notti per viaggio. A livello di destinazione per i prossimi tre mesi, in Italia la meta preferita è la Toscana - per effetto della forte attrazione del turismo culturale - seguita da Trentino Alto Adige, Lombardia, Veneto e Lazio, anch'esse mete con forte contenuto culturale.

La Spagna rimane in posizione di leadership a livello europeo, come lo scorso mese, davanti a Francia e Germania. I Caraibi e gli Stati Uniti tornano in cima alle preferenze per le mete a livello extra-europeo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati