"Ritorno al futuro", riparte la produzione della DeLorean - Foto

LONDRA. Ritorno al Futuro: a oltre 30 anni dal film che ne rese immortale il profilo nell'immaginario collettivo, la DeLorean si prepara a riprendere la strada.

L'annuncio, rilanciato dal Financial Times e dal Guardian, arriva dall'azienda texana che nel 1997 rilevò dopo il fallimento lo storico marchio di auto sportive a Belfast, in Irlanda del Nord, e tutti gli 'avanzi di magazzino'.

Inizialmente, l'idea fu quella di dedicarsi a sfornare ricambi e a restaurare le 6000 DeLorean rimaste in circolazione.

Poi, nel 2008, ecco il primo tentativo di riavviare la catena di montaggio, andato a vuoto. Ora la DeLorean Motor Company ci riprova, puntando su una piccola produzione - 300 esemplari in tutto - e guardando a un mercato di nicchia d'appassionati.

«È fantastico, una svolta per noi», ha esultato il chief executive Stephen Wynne. L'appuntamento è atteso per l'anno prossimo.

«Stiamo lavorando da qualche tempo per identificare un fornitore di motori e di altre parti che devono essere riprodotte per facilitare la ripresa della produzione nel 2017», si legge in un comunicato aziendale. L'obiettivo è realizzare vetture moderne, con motori più potenti di quelli del modello originale (da 130 cavalli) concepito nei primi anni '80 dal visionario ingegnere americano John DeLorean, ma anche più ecologici ed efficienti.

Il costo si aggirerà sugli 80-100 mila dollari. Mentre è previsto che restino immutati, per la gioia dei nostalgici, gli sportelli ad ali di gabbiano.

© Riproduzione riservata