depressione, televisione, Sicilia, Vita
ECCO PERCHE'

La tv d'estate? Antidoto contro depressione e suicidi

ROMA. Secondo il professore Ezio Benelli, a capo dell'autorevole Scuola di Psicoterapia Erich Fromm «Polo Psicodinamiche» di Prato, la tv estiva è ripetitiva e piena di repliche,
ma ha una funzione sociale importante: aiuta a combattere la depressione di chi è costretto in casa, abbandonato dai figli, dalla famiglia e dai parenti. Si tratta di persone anziane, che
magari non hanno particolare dimestichezza con il Computer e le nuove tecnologie. Ne sono convinti psicologi e psichiatri, secondo cui la funzione sociale della tv d'estate è addirittura più delicata e psicologica.

«Per molte persone, soprattutto anziane, la tv è una valvola di sfogo non indifferente. Anzi è una vera e propria 'ancora di salvezzà». Su 400 casi di anziani over 65enni intervistati, ben l'83% dichiara di sentirsi meno depresso grazie alla televisione. Il 75% vede nel mezzo televisivo una vera «ancora di salvezza» contro il senso di abbandono che lo attanaglia durante le ferie estive. Per un anziano su due, la tv contribuisce a combattere quest'ansia da abbandono. Il 22% ammette che la tv è una sorta di «farmaco mentale», cioè aiuta a distrarsi dai problemi e dagli acciacchi, anche fisici. Ben il 66% degli anziani intervistati afferma di andare a dormire con la tv accesa. Mentre il 43% alterna il pisolino pomeridiano alla compagnia di un televisore acceso.

Ma quali sono i programmi più graditi dal pubblico maturo? Il 33% degli anziani interpellati continua ad apprezzare i programmi di informazione, mentre un corposo 27% apprezza le repliche dei bellissimi film in bianco e nero. Molto stimato è anche il varietà vintage che, per il 25% degli spettatori coinvolti nello studio, contribuisce a «staccare la mente» dai problemi. Sono sempre graditi i programmi di cucina, che almeno vengono considerati «utili e spensierati» dal 23% del campione preso in esame.

Ovviamente lo sport, con in testa la Formula Uno, che cattura il 43% del target maschile. L'agonismo sportivo, ancorchè mediato dal cubo catodico, viene infatti giudicato come
'scacciapensieri' da un anziano su due. Inevitabile la top five dei personaggi più positivi del Piccolo Schermo. «Al primo posto c'è una solare e determinata Eleonora Daniele, che cattura il consenso di uomini e donne, venendo giudicata 'pacata, intelligente e professionalè», conquistando il 22% del campione in esame.

Al secondo posto una coppia: i conduttori di Uno Mattina Estate, Mia Ceran e Alessio Zucchini, che piacciono per la loro «professionalità e competenza» dal 18% degli intervistati. Segue al terzo posto Serena Bortone padrona di casa di Agorà che conquista il 14% del campione di anziani, per la semplicità con cui spiega le «cose complicate della politica». Quarto in classifica arriva Gianluigi Paragone, ritenuto un «giornalista preparato e appassionato» dal 12%. Chiude infine la classifica dei magnifici cinque Alessia Marcuzzi «piena di energia e simpatia» per il 9 % del campione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati