IMPRESE

Regione, aiuti al commercio fermi per un parere

di

Da quasi un mese è scaduta la convenzione per la gestione degli aiuti tra l'assessorato alle Attività produttive e l'Irfis ma il nuovo bando non è ancora pronto

fisco, imprese, regione, Sicilia, Archivio

PALERMO. Si blocca l'erogazione dei soldi destinati alle imprese attraverso il fondo regionale di rotazione per gli aiuti al commercio siciliano. In attesa dei soldi ci sono circa tremila pratiche per finanziamenti in conto interesse e un' ottantina per investimenti in conto capitale; quest' ultime da sole sviluppano un monte finanziabile di circa 15 milioni di euro.

Dallo scorso 30 giugno, data in cui è scaduta la convenzione per la gestione del Fondo tra l'assessorato regionale alle Attività produttive e l'Irfis - così come quella con il commissario straordinario, Pietro Sciortino - l'attività di aiuti alle imprese si è interrotta bruscamente.

La cosa più naturale sarebbe stata quella di rinnovare la convenzione con l'Irfis, ma la Regione ha le mani legate, visto che l'istituto di credito regionale non è più "in house", motivo questo che costringerà la Regione alla pubblicazione di un bando pubblico per la ricerca di una banca a cui affidare la gestione del fondo. Il bando però ancora non è pronto, anche se dall' assessorato "assicurano che entro luglio sarà pubblicato".

Nel frattempo, la macchina degli aiuti si è bloccata e le imprese mugugnano. Per correre ai ripari l'assessorato ha chiesto al ragioniere generale della Regione la possibilità di far erogare all'Irfis i soldi per tutte le pratiche già approvate con delibera del commissario straordinario del Fondo entro il 30 giugno.

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati