ESTREMISTI

Contrattacco dei ribelli curdi ai Turchi: uccisi due soldati con un'autobomba

attacchi, curdi, guerra, terrorismo, Turchia, Sicilia, L'Isis, lo scettro del Califfo, Terrore e terroristi

ANKARA. I ribelli curdi hanno fatto esplodere un'autobomba nel sud-est della Turchia, uccidendo due soldati e ferendone altri quattro. Lo riportano autorità turche spiegando che l'esplosione è avvenuta mentre un veicolo militare transitava sulla strada nella città di Lice.

Secondo le stesse fonti la responsabilià dell'attacco è dei «terroristi», termine in cui vengono indicati i ribelli turchi, anche se finora non è
arrivata una rivendicazione.

Ieri, i jet turchi alzatisi in volo da una base nel sud-est del paese hanno attaccato obiettivi dell'Isis al confine con la Siria per la seconda notte consecutiva. Lo hanno riferito alcuni mezzi di informazione turchi. Gli aerei da combattimento turchi hanno anche colpito campi dei militanti curdi del PKK nel nord dell'Iraq. Non c'è stata un'immediata conferma ufficiale degli attacchi, riferiti dalla televisione statale turca TRT e da altri media. Se confermati, sarebbe la prima volta che la Turchia colpisce i curdi nel nord dell'Iraq da quando nel 2013 venne annunciato un accordo di pace tra Ankara e il gruppo ribelle, il Kurdistan Workers' Party, o PKK.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati