LA SENTENZA

Cassazione, Ici sulle scuole religiose: la Cei all'attacco

La suprema Corte ha di fatto ribaltato quanto stabilito nei primi due gradi di giudizio

Cassazione. sentenza, cei, Icic, scuole religiose, Sicilia, Politica

ROMA. La Corte di Cassazione ha riconosciuto la legittimità della richiesta dell'Ici avanzata nel 2010 dal Comune di Livorno agli istituti scolastici del territorio gestiti da enti religiosi. "Come spiega l'ufficio Tributi - si legge in una nota dell'ufficio stampa del Comune - è da sottolineare che questo genere di pronunciamento da parte della Corte di Cassazione è il primo in Italia sul tema specifico". La suprema Corte ha di fatto ribaltato quanto stabilito nei primi due gradi di giudizio.
Per i vescovi italiani, quella della Cassazione che impone il pagamento dell'Ici alle scuole religiose di Livorno è una "sentenza pericolosa", "ideologica", che intacca gravemente "la garanzia di libertà di educazione richiesta anche dall'Europa", mettendo fortemente a rischio la "sopravvivenza" degli istituti paritari. Il segretario generale della Cei, mons. Nunzio Galantino, interpellato dall'ANSA, invita chi è chiamato ad adottare decisioni a "essere meno ideologico" e avverte: "non ci si rende conto del servizio che svolgono gli istituti pubblici paritari".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati