arresto, carcere, droga, evasione, Sicilia, Mondo
L'arresto di El Chapo, il signore della droga, in Messico
MESSICO

Fuga di "El Chapo" della droga, arrestate sette persone

MEXICO CITY. Sette persone sono state arrestate e interrogate nell'ambito delle indagini sulla fuga di El Chapo, alias Joaquin Archivaldo Guzman Loera, uno dei più pericolosi signori della droga evaso l'11 luglio da una prigione di massima sicurezza messicana attraverso un tunnel. Lo riferisce un funzionario, che non ha voluto precisare se i 7 arrestati sono guardie carcerarie o altri funzionari.

I sette sono stati rinchiusi in prigione in attesa di essere formalmente incriminati. Intanto, l'ufficio della procuratrice Arely Gomez ha confermato che gli Usa hanno presentato una richiesta di estradizione per Guzman il 25 giugno scorso, due settimane prima che il detenuto fuggisse dalla prigione messicana.

El Chapo usò un passero per verificare aria tunnel - El Chapo, al secolo Joaquín Archivaldo Guzmán Loera, avrebbe usato un passero per essere sicuro che nel tunnel che gli ha permesso la fuga non ci fosse aria avvelenata. Il dettaglio è stato rivelato da fonti investigative citate da alcuni media Usa. Le autorità avrebbero scoperto l'uccello morto in un cestino della spazzatura nella cella di El Chapo nella prigione di massima sicurezza di Almoloya. Guzman, considerato uno dei trafficanti di droga più pericolosi al mondo, si sarebbe servito del passero per verificare la qualità dell'aria nella sua via di fuga lunga circa un chilometro e mezzo. Di lui Guzman si sono perse le tracce da quasi una settimana dopo che è evaso per la seconda volta. E' fuggito grazie ad un buco fatto dietro un muro che copre la doccia nella sua cella. Su di lui le autorità messicane hanno messo una taglia di quasi quattro milioni di dollari mentre quelle americane di cinque milioni.

L'Fbi tiene sotto controllo la moglie americana di El Chapo, alias Joaquín Archivaldo Guzmán Loera, uno dei più pericolosi signori della droga evaso da una prigione di massima sicurezza messicana domenica scorsa. La donna, Emma Coronel Aispuro, appena 25/enne, con doppia cittadinanza, sia americana che messicana, nonché ex reginetta di bellezza, si e' sposata con El Chapo quando aveva solo 18 anni nel 2007. Nel 2011 e' invece scappata negli Stati Uniti, a Los Angeles, per dare alla luce le sue due gemelle. Dal certificato di nascita, come scrive il New York Post, per ovvii motivi manca il nome del padre. Formalmente i federali non hanno mai incriminato la donna anche se hanno tenuto d'occhio i suoi spostamenti. La giovane ha infatti parenti nel cartello della droga e un suo zio, tra l'altro partner di El Chapo, e' rimasto ucciso durante uno scontro a fuoco con la polizia messicana nel 2010. Intanto e' tensione tra il governo americano e quello messicano per la fuga di El Chapo. Secondo alcuni documenti ottenuti da Associated Press, l'antimafia americana aveva avvertito le autorità' messicane del rischio che Guzman potesse di nuovo evadere di prigione. Le autorità' messicane a loro volta hanno negato di aver mai ricevuto tali informazioni. Sempre secondo le autorità' americane, la fuga di El Chapo e' stata così ingegnosa che sicuramente e' stata pianificata da almeno oltre un anno, molto probabilmente già' dopo la cattura dopo la sua cattura nel 2014.Secondo quanto scrive Cnn inoltre proprio il timore di una fuga e' stato uno dei motivi per cui gli americani volevano estradare El Chapo negli Stati Uniti. Guzman e' scappato attraverso un buco nella sua cella che collegava ad un tunnel lungo circa un km e mezzo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati