cinema, ORTIGIA, Siracusa, Cronaca
CINEMA

Laura Bispuri vince l'Ortigia Film Festival

Per la sezione cortometraggi la giuria, presieduta da Antonietta De Lillo e affiancata da Francois Koltes e Paolo Spina, ha assegnato il Premio Ficupala 2015 per il Miglior cortometraggio a «Istruzioni per l'uso» di Manuela Mancini

SIRACUSA. «Vergine Giurata» di Laura Bispuri ha vinto il premio per il miglior film della settima edizione di Ortigia Film Festival. La giuria lungometraggi, presieduta da Andrea Purgatori e composta da Roland Sejko e Anita Caprioli, ha assegnato il premio ad una storia che racconta il rapporto di una donna «con il proprio corpo e la propria identità femminile negata, in un microcosmo tutto maschile e fermo nel tempo». Il Premio al miglior interprete è andato a Greta Scarano per «Senza Nessuna Pietà» di Michele Alhaique. Il Premio Ortigia Film Festival Cinemaitaliano.info al film «Banana» di Andrea Jublin.

Per la sezione cortometraggi la giuria, presieduta da Antonietta De Lillo e affiancata da Francois Koltes e Paolo Spina, ha assegnato il Premio Ficupala 2015 per il Miglior cortometraggio a «Istruzioni per l'uso» di Manuela Mancini. L' Ortigia Film Festival, in questa settimana, ha fatto registrare il tutto esaurito in ogni proiezione. Ospite d'onore di questa edizione Krzysztof Zanussi che ha presentato il suo ultimo film: Foreign Body (Corpo estraneo), già in selezione al Festival di Toronto 2014 che, a detta dello stesso Zanussi, in Polonia «ha suscitato grandi polemiche facendomi additare come un nemico della patria».

Da segnalare la proiezione del documentario «Vicino al Colosseo c'è Monti» di Mario Monicelli. Un omaggio del regista al rione di Monti di Roma in cui ha abitato. Al termine della proiezione, l'incontro con Chiara Rapaccini, compagna del Maestro e curatrice della mostra fotografica «100 Anni di cinema di Mario Monicelli. Le foto di Mario dall'archivio di Rap», esposta al Teatro Comunale. E poi per il ciclo 1915 - 2015 #NoWar | 100 anni dalla Grande Guerra alla Guerra Diffusa, la proiezione di «Charlotte Soldato» di Charlie Chaplin. Infine l'omaggio a Pier Paolo Pasolini nel 40 anniversario della sua morte. Per l'occasione sono stati proiettati due lavori che testimoniano il legame di Pasolini con la classicità e il Teatro greco di Siracusa. Si tratta del'Africa Greca di Pasolini - Pasolini e l'Orestiade (1959 - 1973) e degli Appunti per un'Orestiade Africana. Presente al festival Marco Giallini che ha presentato «Se Dio Vuole» di Edoardo Falcone. Giallini è candidato come miglior attore protagonista per questo film, ai David di Donatello 2015.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati