Alessia Cara: è lei la nuova promessa del pop internazionale

Il singolo "Here"

MILANO. Dal Canada arriva una nuova promessa del pop internazionale, Alessia Cara. Sulla scia del successo del suo primo singolo, 'Here', la giovane cantautrice 19enne è giunta a Milano nei giorni scorsi per il suo primo showcase italiano: «Non è la prima volta che vengo in Italia, ma di solito vado al paese dei miei genitori in provincia di Reggio Calabria», ha raccontato l'artista in un italiano impeccabile.

Nativa di Brampton alle porte di Toronto, Alessia Caracciolo - questo il suo vero nome - ha infatti origini calabresi da parte di madre e padre: «Mamma ascolta sempre Eros Ramazzotti e Tiziano Ferro, sarebbe bello un giorno collaborare con uno di loro!». La musica che ha formato il gusto di Alessia non è però nostrana, ma soprattutto inglese: a 14 anni comincia a pubblicare su YouTube cover chitarra e voce di canzoni di Jessie J, Adele o Amy Winehouse (la sua preferita) e da lì, come capitò qualche anno fa al connazionale Justin Bieber, è partita la sua corsa alla musica. Scoperta dall'agenzia EP Entertainment, Alessia ha siglato un contratto con Def Jam Recordings, etichetta americana fra gli altri di Iggy Azalea e Kanye West che in autunno pubblicherà il suo primo album, 'Know-It-All' (traducibile come 'Saputella').

Il primo singolo 'Here', in rotazione radiofonica in Italia solo da settembre, è una ballata soul che sulle note di Isaac Hayes in un sample già reso famoso nel 1995 dai Portishead e da Tricky esalta la sua tecnica canora sospesa fra R'n'B e flow del rap, alla maniera di Ed Sheeran. «Il mio stile deriva da un
insieme di ascolti molto vari, posso definirlo solo 'pop alternativo' - chiarisce la cantante - ma sto cercando una voce tutta mia». Questa voce, che si presta a raccontare il disagio degli adolescenti non allineati e anticonformisti come già in questi anni ha saputo fare Lorde, si individua anche nelle altre
canzoni che la pop-singer ha proposto dal vivo a Milano, 'Wild Things', 'Over' e il successo annunciato 'Scars Till You're Beautiful'.

Al disco d'esordio di Alessia Cara hanno collaborato producer di fama come il duo Pop & Oak, Malay e Sebastian Kole, già insieme alla console per 'Herè, un gruppo che può contare nei rispettivi curriculum nomi come Nicki Minaj, Jennifer Lopez, John Legend o Frank Ocean. Ma a dispetto di cotanto staff, la giovane promette freschezza per il suo esordio: «Le canzoni su disco saranno come le propongo dal vivo, con una strumentazione essenziale». La capacità di estrarre perle pop da una semplice combinazione di chitarra e voce del resto ha impressionato anche Taylor Swift, che ieri su Twitter ha pubblicamente elogiato la cover di 'Bad Blood' registrata da Alessia negli studi Bbc: uno sponsor d'eccezione per una giovane stella che grazie agli oltre due milioni di visualizzazioni del video di 'Here' su Vevo e YouTube è già un piccolo caso discografico e una promessa per i prossimi anni.

© Riproduzione riservata

Correlati