IL CASO

Svolta nelle indagini su Angela Celentano? A 19 anni dalla scomparsa i genitori convocati dal giudice

La storia della bambina misteriosamente scomparsa sul monte Faito nel 1996 quando aveva appena tre anni

monte faito, Angela Celentano, Sicilia, Cronaca

TORRE ANNUNZIATA. ''Già da lunedì chiederò, a nome dei miei assistiti, un incontro con il procuratore di Torre Annunziata, Alessandro Pennasilico, per capire il motivo della lunga audizione che si è svolta ieri negli uffici della Procura oplontina''. A dirlo, interpellato dall'Ansa, è Luigi Ferrandino, l'avvocato di Catello e Maria Celentano, genitori di Angela, la bambina misteriosamente scomparsa sul monte Faito nel 1996 quando aveva appena tre anni.

Ieri i genitori, insieme con Ferrandino, sono stati a lungo ascoltati dai magistrati di Torre Annunziata, come riportato dal Mattino: ''Abbiamo ripercorso - afferma il legale - tutti i momenti legati a Celeste Ruiz (la ragazza che diceva di essere Angela e di vivere in Messico, ndr). Due anni e mezzo dai primi messaggi web del 2010 della giovane fino alla sua 'scomparsa' nel momento in cui del caso si è interessata l'Interpol''.

Tutti argomenti comunque già noti alla Procura. Che necessità c'era allora di fare un riepilogo tanto lungo e repentino? ''È quello che vogliamo chiedere al procuratore Pennasilico - sostiene il legale - probabilmente sono emersi elementi nuovi che al momento che non conosciamo. Certo, in passato la indagini della magistratura messicana per ricercare la ragazza che diceva di essere Angela sono state fatte male e forse oggi ci sono condizioni diverse. Ma per ora, specie per quello che è emerso ieri, ritengono non ci siano sostanziali novità legate alla scomparsa di Angela''.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati