IMMIGRAZIONE

Salme di migranti a Palermo, aperta indagine per omicidio volontario

immigrazione, migranti, Sicilia, Palermo, Migranti e orrori

PALERMO. La procura di Palermo ha aperto un'indagine per omicidio volontario, ancora a carico di ignoti, per fare luce sul decesso di 12 migranti i cui cadaveri sono stati recuperati e trasportati nel porto nel capoluogo siciliano, che ha accolto questa mattina, 717 extracomunitari soccorsi in mare nei giorni scorsi.

L'inchiesta, coordinata dal procuratore Francesco Lo Voi e dai pm Roberto Tartaglia, Claudio Camilleri e Anna Maria Picozzi, ipotizza anche il reato di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina: la polizia sta sentendo alcuni dei migranti sbarcati per individuare gli scafisti.    Gli extracomunitari sono stati intercettati e soccorsi a 40 miglia a nord da Tripoli mentre tentavano di raggiungere le coste siciliane a bordo di 7 gommoni.

Una squadra di medici legali sta effettuando l'ispezione cadaverica per accertare le cause della morte dei 12 migranti. Non si sa ancora se tra questi ci siano dei bambini. Sono in corso anche gli accertamenti necessari all'identificazione delle salme. La procura non esclude che si debba, poi, procedere all'autopsia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati