auto, elettrica, urban vehicle, utilitaria, Sicilia, Società
ELETTRICA

Parcheggiare in automatico: ecco l'auto che gira su se stessa

 ROMA. Ha due motori elettrici posteriori da 40 kW e le ruote anteriori che ruotano di 75 gradi, permettendole di girare su sè stessa. È la Smart Urban Vehicle, una concept funzionante creata da ZF per mostrare le soluzioni della mobilità urbana del prossimo futuro.

Pensata come auto del segmento A o del segmento B, ha una trazione del tipo Torque Vectoring che consente di applicare molta coppia a una delle due singole ruote posteriori, permettendo così di vincere la resistenza delle anteriori quando vengono ruotate quasi perpendicolarmente all'asse longitudinale della vettura. Questo vuol dire che l'auto ha un diametro di sterzata di 7 metri e che può compiere una inversione a U praticamente da fermo.

La batteria che alimenta i propulsori elettrici è suddivisa in tre moduli, che sono distribuiti tra l'asse anteriore e quello posteriore; la velocità massima che può raggiungere è di 150 km/h. Ma oltre alle innovazioni sulla parte meccanica, la Smart Urban Vehicle ne ha diverse anche su quella hi-tech, in particolare legate al parcheggio.

Lo Smart Parking Assist parcheggia la vettura in automatico, sia in parallelo che a spina di pesce e la procedura può essere anche eseguita da remoto con un'app sullo smartphone. Il sistema riceve le informazioni necessarie da dodici sensori a ultrasuoni e da due sensori a infrarossi sulla parte anteriore e posteriore del veicolo. Infine il PreVision Cloud Assist, registra tutti i parametri di guida lungo un determinato percorso - velocità, accelerazione laterale e longitudinale, posizione del veicolo - e li riutilizza in un successivo viaggio lungo la stessa tratta, consigliando lo stile di guida migliore per consumare di meno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati