SICILIA

Coldiretti dice "no" al formaggio senza latte: "Danneggia ed inganna"

Lo affermano il presidente e il direttore di Coldiretti Sicilia, Alessandro Chiarelli e Prisco Lucio Sorbo, annunciando la manifestazione a Roma domani, dalle 9.30 in piazza Montecitorio, insieme ad allevatori, casari e consumatori che dall'isola arriveranno a Roma per difendere il made in Italy

coldiretti, formaggi, latte, proteste, Sicilia, Sicilia, Economia

PALERMO. «Il formaggio senza latte è un attacco frontale all'agricoltura regionale che ha nella cultura casearia le radici storiche ed economiche di tutto il settore». Lo affermano il presidente e il direttore di Coldiretti Sicilia, Alessandro Chiarelli e Prisco Lucio Sorbo, annunciando la manifestazione a Roma domani, dalle 9.30 in piazza Montecitorio, insieme ad allevatori, casari e consumatori che dall'isola arriveranno a Roma per difendere il made in Italy.

«Dobbiamo impedire il via libera in Italia al formaggio e allo yogurt senza latte - aggiungono - che danneggia ed inganna, mette a rischio un patrimonio gastronomico custodito da generazioni, con effetti sul piano economico, occupazionale ed ambientale». Nella capitale sarà possibile conoscere
direttamente il metodo tradizionale di preparazione del formaggio e l'ampio ventaglio di diversità della produzione nazionale. Saranno anche svelati i trucchi dei furbetti del formaggino che vogliono speculare sulla qualità italiana. «L'obiettivo - sottolineano ancora i vertici regionali della Coldiretti - è quello di difendere la legge n.138 dell'11 aprile del 1974 che da oltre 40 anni garantisce all'Italia primati a livello internazionale nella produzione casearia anche grazie al divieto all'utilizzo della polvere al posto del latte. Il
superamento di questa norma provocherebbe l'abbassamento della qualità, l'omologazione dei sapori, un maggior rischio di frodi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati