REGIONE

Prepensionamenti, slitta il Tfr
Stop al turn over: niente concorsi

di

Ecco le norme principali con le quali la giunta prova a correggere la Finanziaria approvata solo un mese fa

finanziaria regionale, prepensionamenti, regione siciliana, tfr, Rosario Crocetta, Sicilia, La Sicilia com’è

PALERMO. Chi sceglierà la via del prepensionamento avrà il Tfr con alcuni anni di ritardo. Viene limitato al minimo il turn over e si annulla così la possibilità di fare concorsi per entrare alla Regione. Ecco le norme principali del maxi emendamento con cui la giunta Crocetta sta provando a correggere la Finanziaria approvata poco più di un mese fa. Anche per evitare che lo Stato la impugni: sono già state segnalate da Roma norme che non passerebbero l’esame.
Il testo è stato depositato all’Ars ieri. Era nato per allungare i termini entro cui è possibile presentare la domanda di prepensionamento: dai 60 giorni che scadrebbero il 15 luglio si intendeva passare a 120 giorni ma ora si è scelto di prolungare fino a 180 giorni. Il nuovo termine scadrà quindi il 15 novembre.

 

Nel maxi emendamento è stato inserito anche un articolo che sposta nel tempo l’erogazione del Tfr a chi sceglie di andare in prepensionamento: che andrà via con i requisiti anagrafici in vigore prima della riforma Fornero riceverà la liquidazione solo quando compirà gli anni che sarebbero stati necessari per andare in pensione normalmente.

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati