Lunedì, 26 Giugno 2017
REGIONE

Prepensionamenti, slitta il Tfr
Stop al turn over: niente concorsi

di
Ecco le norme principali con le quali la giunta prova a correggere la Finanziaria approvata solo un mese fa

PALERMO. Chi sceglierà la via del prepensionamento avrà il Tfr con alcuni anni di ritardo. Viene limitato al minimo il turn over e si annulla così la possibilità di fare concorsi per entrare alla Regione. Ecco le norme principali del maxi emendamento con cui la giunta Crocetta sta provando a correggere la Finanziaria approvata poco più di un mese fa. Anche per evitare che lo Stato la impugni: sono già state segnalate da Roma norme che non passerebbero l’esame.
Il testo è stato depositato all’Ars ieri. Era nato per allungare i termini entro cui è possibile presentare la domanda di prepensionamento: dai 60 giorni che scadrebbero il 15 luglio si intendeva passare a 120 giorni ma ora si è scelto di prolungare fino a 180 giorni. Il nuovo termine scadrà quindi il 15 novembre.

 

Nel maxi emendamento è stato inserito anche un articolo che sposta nel tempo l’erogazione del Tfr a chi sceglie di andare in prepensionamento: che andrà via con i requisiti anagrafici in vigore prima della riforma Fornero riceverà la liquidazione solo quando compirà gli anni che sarebbero stati necessari per andare in pensione normalmente.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook