SOL LEVANTE

Giappone, ballare in pubblico non sarà più vietato

Il divieto entrò in vigore 67 anni fa e le restrizioni riguardavano anche i locali autorizzati al ballo

ballo, divieto, giappone, Sicilia, Mondo

TOKYO. In Giappone ballare in pubblico non sarà più illegale dal 2016. Ebbene si, finora per i giapponesi era impossibile muoversi a ritmo di musica se non in locali che avessero ricevuto un'apposita autorizzazione. La restrizione si chiama "fueiho".

Il divieto entrò in vigore 67 anni fa e le restrizioni riguardavano anche i locali autorizzati al ballo, dove le danze dovevano concludersi tassativamente entro la mezzanotte. Una legge che aveva imposto l'illegalità del ballo in pubblico dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando le autorità avviarono un giro di vite sulle sale da ballo, considerate focolai per la prostituzione. Da allora, il Giappone è diventato un Paese moderno e molto sviluppato, ma l’arcaico divieto di ballare è rimasto in piedi.

La battaglia contro questo retaggio di 67 anni fa è stata vinta anche grazie a Ryuichi Sakamoto, musicista e compositore di portata internazionale che ha raccolto oltre 150mila firme nella sua campagna contro la legge.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati