canale di sicilia, immigrazione, messina, sbarco, soccorsi, Sicilia, Cronaca, Migranti e orrori
IMMIGRAZIONE

Nuovi sbarchi a Messina e Palermo, in arrivo 1300 migranti

MESSINA.Sbarcheranno intorno alle 16 al molo Marconi del porto di Messina 512 migranti che si trovano su una nave mercantile. I profughi sono stati salvati nel Canale di Sicilia e dopo le visite saranno trasferiti in diversi centri sul territorio nazionale. Sono oltre duemila da inizio anno i migranti sbarcati nella città dello Stretto.

Domani mattina arriveranno 800 migranti al porto di Palermo. Sono stati soccorsi nei giorni scorsi nel canale di Sicilia. Ad accoglierli sarà la task-force organizzata dal prefetto di Palermo Francesca Cannizzo. I migranti saranno ospitati nei centri di accoglienza di Palermo e provincia.

«Vogliamo che il meccanismo di ricollocamento di richiedenti asilo dall'Italia in altri Paesi europei (24mila in due anni, ndr) sia vincolante e obbligatorio e non su base volontaria»,  ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, a margine della sua audizione alla commissione Affari costituzionali del Senato. «Vogliamo - ha spiegato Alfano - che l'Europa faccia l'Europa e prenda su di sè questo carico: puntiamo anche ad un numero più alto di ricollocamenti». Inoltre, ha aggiunto, «vogliamo che l'Ue si faccia carico dei rimpatri».

Intanto, stamattina è approdata  nel porto di Pozzallo la nave mercantile 'Dignity', battente bandiera panamense e con a bordo 292 migranti e il cadavere dell'uomo, originario del Gambia, che sarebbe stato ucciso in un conflitto a fuoco mentre era su un gommone nel Canale di Sicilia. Un altro connazionale della vittima, rimasto ferito, è stato trasferito ieri in elicottero prima a Lampedusa e poi nell'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Lo ha confermato il capo della squadra mobile di Ragusa, Antonino Ciavola, a conclusione di una prima, sommaria ricognizione cadaverica.

E' stato lui a riferire che a sparare sarebbero stati alcuni miliziani libici a bordo di una motovedetta. Il cadavere dell'uomo, la cui presenza a bordo ieri era stata smentita, è stato sbarcato per primo e trasferito nell'obitorio del cimitero di Pozzallo, dove verrà eseguita l'autopsia. Gli uomini del gruppo interforze hanno subito avviato gli interrogatori dei migranti per ricostruire la dinamica dell'accaduto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati