“Paisà” di Rossellini torna in versione restaurata: proiezione a Palermo - Video

PALERMO
Schermi
Torna in sala, in versione restaurata, “Paisà” di Roberto Rossellini, uno dei film caposaldo della storia del cinema. Stasera alle 21 alla sala De Seta (Cantieri Culturali alla Zisa, via Paolo Gili 4), l’associazione Lumpen e Franco Maresco (in collaborazione con IlaPalma e la Cineteca di Bologna) lo ripropongono per ricordare i 70 anni dalla fine della Seconda guerra mondiale e una stagione irripetibile del cinema italiano che vide impegnati registi come De Sica, Rossellini e Visconti, impegnati a raccontare la rinascita di un'Italia massacrata dal nazi-fascismo. Realizzato nel 1946 e suddiviso in sei episodi, “Paisà” descrive, quasi in presa diretta, l'orrore della guerra ma anche la capacità degli italiani di ritrovarsi uniti e solidali. 5 euro.

Da leggere
La libreria Modusvivendi di via Quintino Sella 79 compie 18 anni e invita a "Letti di Notte", la notte bianca dei libri, dalle 19 in poi. Si inizia con la presentazione di "L'età della febbre" (storie di questo tempo, edito da minimum fax), con una delle autrici, Emmanuela Carbé, e Beatrice Agnello. Brindisi con Salvo Spiteri e Marcella Licata, Fabrizio Piazza, Loredana Mancino e Laura Mascari. Alle 21,30 Emmanuela Carbé e Marco Pomar improvvisano da "Mio salmone domestico" e "C'è tempo", alle 22 Piergiorgio Di Cara legge da "Notturni". Alle 22,30 presentazione del libro ReMaRe con musica e recitazione di Giovanni Mattaliano, alle 23 reading AAS Campus: Apertura a strappo spiega il calcio. E tanto altro.

Da sentire
Il jazz e la musica classica per aiutare i bambini dei Paesi in via di sviluppo: stasera alle 21 a Palazzo Mazzarino (via Maqueda 383) l’ultimo appuntamento dei “Concerti d’estate” dei Lions Club Palermo dei Vespri. Stasera si esibirà il giovane violinista dei Berliner Philarmoniker, Simone Bernardini con GliArchiEnsemble. Bernardini ha iniziato la sua carriera dal pianoforte prima di passare allo studio del violino. Dal 2002 fa parte dei Berliner Philharmoniker. Il gruppo da camera Gliarchiensemble, con cui si esibirà, conta 11 strumentisti. 20 euro su Tickettando.
-
Stasera alle 19, alle terrazze di Palazzo AjutamiCristo, in via Garibaldi 23, concerto dell’Ensemble Broadway composto da Paolo Gurrera (piano), Antonio Alfano (violino), Valentina Miserendino (mezzosoprano), Francesca Ferreri (soprano), Fabrizio Corona (tenore), Marta Favarò (soprano) diretti da Giuseppe Di Franco (sax soprano). Il concerto, che sarà presentato da Licia Raimondi, è promosso dall’assessorato regionale dei Beni Culturali e dalla Soprintendenza per l’inaugurazione della mostra “L’Arte degli Intagliatori della Pietra”. Brani di classica e tratti da colonne sonore di film.
-
Una birra, belle ragazze, uno dei panorami più belli della Sicilia e una band di altissima qualità a fare da sottofondo. Dopo il successo della scorsa settimana, torna stasera alle 21 da Il Molo e Il Pontile in via lungomare Eufemio, a Isola delle Femmine la “Festa della Ceres”. Per “Un’isola di musica”, esibizione degli Scacco Matto. Sara Lanza (voce), Gabriele Gebbia (chitarra), Maria Anello (basso) e Fabio Tobbia alla batteria suoneranno brani di Pino Daniele, Mina, U2, Tina Turner, Aretha Franklin, Lucio Battisti, Giorgia, Bruno Mars, Nina Zilli, Loredana Bertè, Toto e DooBe Brothers.
-
Metti una serata a tutto rockabilly anni Cinquanta e che schiaccia l’occhio a Mina. Cena inclusa. Dove potere cantare e ascoltare canzoni italiane e straniere. È un’atmosfera in stile “Happy days” e che guarda alla più grande cantante italiana quella che attraverserà oggi alle 21 “Il Leone in musica”, la rassegna di concerti all’ora di cena del Ristorantino Leone, il ristorante e pizzeria di via Cavour 21 a Palermo. La splendida voce della cantante Claudia Macca e l’imbattibile pianoforte di Fabio Badalamenti accompagneranno la serata, suonando brani stranieri e italiani che hanno fatto la storia di quel genere musicale amatissimo dagli americani dalla pelle bianca e che ha introdotto il rock.

A teatro
“Allegoria" di Sergio Beercock ha vinto nella forma di messinscena breve, la terza edizione del concorso "Il Teatro ai Giovani", organizzato dalla Guilla. Adesso lo spettacolo debutta nella sua forma completa, stasera alle 21 al Teatro alla Guilla (via Sant'Agata alla Guilla 18). “Allegoria” vede in scena Sergio Beercock, Noa Di Venti (che firmano la regia), Giorgio Russo e Floriana Sabato. Si tratta di uno studio sul contrasto e sulle sfumature delle stesse cose, un gioco fra gradazioni differenti degli stessi colori. Sul palco si alternano, di luce in buio, coppie di personaggi alla ricerca di qualcosa.

Salute
Si aprirà oggi alle 9 nella sala consiliare del Comune di Monreale il meeting "Salute e cenessere attraverso il movimento” I lavori del meeting saranno aperti dall'arcivescovo di Monreale monsignor Michele Pennisi , dal sindaco Piero Capizzi e dall’assessore allo Sport Ignazio Zuccaro. Parteciperanno rappresentanti del settore sportivo e medico, e figure professionali di spessore, da tutta Italia. L’iniziativa è organizzata dall’Unione nazionale chinesiologi e promossa da Lidia Mazzola e Carla Castronovo. Dimostrazione interattiva dei docenti chinesiologi.

Appuntamenti
Atleti normodotati scenderanno in campo accanto a giocatori diversamente abili. Esibizioni sportive si alterneranno a screening e visite mediche gratuite. Convegni scientifici faranno da staffetta a momenti culturali e musicali. Ma non solo. Grande attenzione anche alle eccellenze dell’enogastronomia siciliana, ai prodotti a chilometro zero e alle regole sulla corretta alimentazione. Il centro commerciale Conca D’Oro, di via Lanza di Scalea, si trasforma in una cittadella dello sport e della salute dove ognuno sarà libero di partecipare gratuitamente scegliendo fra molteplici attività. Al via da oggi “MediSportBenessere 2015” una grande vetrina organizzata dalla Armenyo Group in collaborazione conGulottacube srl. Dieci giorni, dal 19 al 28 giugno, per prendersi cura del proprio corpo attraverso una sana attività fisica, ma anche imparando a seguire le regole della prevenzione.
-
Villa Zito (via Libertà 52) riapre le porte e si trasforma in una grande pinacoteca di circa mille metri quadrati di sale espositive, disposte su tre piani. L’inaugurazione oggi con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, poi alle 17 per un pubblico di invitati. Al pubblico il nuovo museo aprirà da domani. I visitatori potranno scoprire le opere più rappresentative della collezione pittorica della Fondazione Sicilia. Tele di grande valore, realizzate tra ‘600 e ‘900, dai più grandi maestri della storia dell’arte italiana. Il tutto è frutto del recupero dei pezzi dell’ex Banco di Sicilia, riottenuti dalle diverse filiali; e da altri, provenienti dal patrimonio della ex Cassa di Risparmio Vittorio Emanuele per le province siciliane. Orari: martedì e giovedì, sabato e domenica 16/20, mercoledì e venerdì, 10/14. Biglietti: 5/3 euro.
-
Stasera dalle 21 alle 24 riprendono le visite serali sui tetti della Cattedrale. La visita permetterà non solo di scoprire gli elementi artistici architettonici delle pareti esterne della Cattedrale, ma anche di ammirare dall'alto la città con le sue ricchezze paesaggistiche e monumentali, riconoscendo i diversi monumenti e chiese. Per il tour sui tetti – che si può normalmente fare anche dal lunedì a sabato, dalle 10 alle 17 - non è prevista prenotazione, ma un biglietto di 5 euro. Per info rivolgersi dalle 9 alle 17 al servizio di accoglienza turistica, al numero 329.3977513 o alla e-mail: tourcattedrale@diocesipa.it. La visita non è possibile per cardiopatici e disabili, per coloro che soffrono di claustrofobia, vertigini, attacchi di ansia.
-
Anche quest'anno Ricerca rinnova l'appuntamento con la decima edizione della mostra canina regionale. Dopo i successi degli anni precedenti, domani dalle 8 in poi in via Natta a Villabate, tutti gli appassionati proprietari di cani, si sono dati appuntamento per concorrere ai numerosi e prestigiosi premi. Sfileranno esemplari di tutte le razze, dai piccoli bassotti agli enormi San Bernardo, dagli scattanti alani ei bizzosi barboncini. La manifestazione è curata dal direttore artistico Antonino Notarbartolo e dal presidente Dario Bua. Per informazioni3343878522.
-
Una giornata dedicata al turismo religioso e naturalistico, tra Palermo e la provincia, alla presenza di amministratori locali uniti dalla volontà di diffondere una nuova visione del territorio fondata sulla riscoperta di luoghi. È la nuova iniziativa di ItiMed, Itinerari del Mediterraneo, presieduta da Antonella Italia, che oggi alle 11 nella chiesa di Santa Cristina La Vetere (cortile dei pellegrini) presenterà con gli Amici dei cammini francigeni di Sicilia il “Cammino apripista sulla Palermo Messina per le montagne”. Alle 17 le associazioni si sposteranno al castello di Caccamo.

Da vedere
Si trasferisce alla Mondadori di via Ruggero Settimo, dalla Fonderia Oretea dove finora è stata esposta, la mostra “Procedo, laddove non comprendo” di Pietro Alessandro Trovato. La mostra sarà visitabile fino al 30 giugno negli orari della libreria.
-
Prorogata fino al 27 settembre a Palazzo Abatellis (via Alloro 4), la mostra “Prima idea. Bozzetti e modelli del ‘700 e del primo ‘800 dalle collezioni di Palazzo Abatellis” a cura di Gioacchino Barbera ed Evelina De Castro. La mostra è stata costruita su un buon numero di bozzetti e di modelli tratti dai depositi del museo, molti inediti o addirittura poco noti nella maggior parte dei casi, una “prima idea” di opere compiute: esposta la selezione di 40 dipinti dal tardo Seicento al primo Ottocento, di pittori siciliani (Antonino Grano, Filippo Randazzo, Vito D’Anna, Gioacchino Martorana, Mariano Rossi, Francesco Manno, Giuseppe Velasco) e non (Francesco Solimena, Sebastiano Conca, Corrado Giaquinto).
-
Al Margaret Café, in via Madonia 93 a Terrasini si può visitare la mostra di pittura “Il visibile naturale” di Giovanna Gennaro, a cura dell’associazione AsaDin e di Evelin Costa. Le opere di Giovanna Gennaro sono paesaggi che affiorano delicatamente, velati e sfumati con grazia, sembrano galleggiare in una dimensione tra il sogno e il tangibile, quasi ad elevarsi e cullarsi nell’aria, sostenuti da un respiro leggero che commuove. I toni tenui dall’azzurro velato di rosa, grigio, verde chiaro, bianco, appaiono come nebbia leggera e soffusa. Fino al 27 giugno.
-
Alla Galleria Prati (via Quintino Sella 77) la mostra “Simile, ma non identico”, doppia personale di Tony Gaeta e Antonio Sammartano, a cura di Andrea Lombardo. E’ la sintesi del matrimonio combinato da Franca Prati tra due pittori che amano il colore dalle tinte forti in modo “simile”, ma che sperimentano le capacità plastiche in modo “non identico”. Gaeta ama costruire architetture ardite su cui il colore viene tirato come un elastico. Sammartano ama le lunghe e larghe pennellate che gonfiano le tele di aria nuova. Il primo spinge il colore ad occupare vorticosamente gli spazi che sembrano non riuscire a contenerne l’impeto. Il secondo lascia che le parti vuote della tela vengano riempite dal visitatore, spinto a completarne il gesto. Fino al 30 giugno, 10/13 e 16,30/20.
-
All’Accademia di Belle Arti Abadir, presso l’ abbazia benedettina di San Martino delle Scale, riprende l'attività espositiva con la mostra "Opus Incertum" che raccoglie le opere degli allievi dei primi tre anni del corso di pittura. Il titolo scelto si riferisce al solido nucleo formato da ragazzi di età e provenienza diverse, pietre grezze unite dalla malta dell’arte. Nasce così un caleidoscopio di opere con tecniche e forme espressive diverse, che rompe il muro di silenzio che si era formato attorno all’Accademia. Aperta la sezione speciale "Rendez vous des amis" con opere di amici di Abadir (ex allievi e alcuni professori) in omaggio all'Accademia. A cura di Valentina Di Miceli. Fino al 12 luglio, martedì-domenica, 10/12 e 16/19.
-
Lo spazio Colazione da Tiffany (via Roma 475) ospiterà la mostra personale dell'artista Jacqueline Leone "La nature prend vie" circa una ventina di opere dedicate alla natura morta in chiave contemporanea. La mostra rimarrà aperta fino al 4 luglio, dal lunedì al sabato dalle 7,30 alle 18.
-
Per il ciclo “5 autori verso una fotografia di confine”, la mostra “Milano in Polaroid di Giancarlo Marcocchi, alla galleria XXS aperto al contemporaneo, in via XX settembre 13. “Milano in Polaroid” è stato il primo lavoro di Marcocchi su materiale Polaroid poi manipolato in fase di sviluppo. Realizzato alla fine degli anni ‘90, racconta la città nel suo rapporto con la pubblicità. Un lavoro a metà tra lo street e il reportage. 19 immagini originali, di dimensioni minute (10x10 cm) che in colori e inquadrature esprimono la milanesità di quegli anni che già prefiguravano il tramonto del clima sociale che aveva caratterizzato la Milano anni ‘80. Fino al 23 giugno, dal martedì al sabato, dalle 17 alle 20.
-
“Orgoglio e pregiudizio: 2000 anni di storia ebraica da Gerusalemme alla Sicilia”: è la mostra storica che si a palazzo Alliata di Villafranca, in piazza Bologni 18, nell’ambito di “1492 – 2014. Porta del Mediterraneo, dalla Sicilia a Gerusalemme” , organizzata da Suggestioni Mediterranee ed Elisabeth de Rothschild. Monete, documenti e bolle papali per tracciare la storia degli ebrei, tramite materiale di una collezione privata messa a disposizione dall’ associazione “Elisabeth de Rothschild”. Dalle origini dell’antigiudaismo fino ad oggi, attraverso sei sezioni: dalle origini al basso medioevo, la Controriforma, l’emancipazione, la propaganda antisemita del Fascismo, le leggi razziali, la Shoah e lo Stato di Israele. Fino al 28 giugno, tutti i giorni eccetto il mercoledì dalle 9,30 alle 18,30. 3 euro.
-
A Palazzo Belvedere (via Quintino Sella 76) si può visitare la mostra “Linguaggi contemporanei”, uno sguardo affascinante alle nuove tendenze astratte dell’arte italiana a partire dagli anni ’60 e ’70, per riapprodare alla pittura “sintetica” di soggetto degli anni ’80 della transavanguardia. Vengono nelle circa 30 opere in mostra messi di fronte e a confronto l’arte astratta di Accardi, Perilli, Sanfilippo, con il “cinetismo” di Biasi, Landi, Finzi e Massironi, la “pittura-pittura” degli “analitici” Guarneri, Olivieri, Marchegiani, Pinelli, Cotani, Verna, con Dadamaino e il concettuale Isgrò, Salvo con i poetici trans-avanguardisti Chia, Germanà e De Maria. Fino al 27 giugno, dal martedì al sabato 10,30-13 e 17-19,30.
-
Alla galleria bagherese di Adalberto Catanzaro, è in corso la personale “L’Arte segna il tempo - il tempo segna l’Arte” di Filippo Panseca a cura di Ezio Pagano, che si potrà visitare fino al 3 luglio. Il percorso artistico di Filippo Panseca inizia negli anni ’60, nell’ avanguardia palermitana devo l’artista ricerca una sua identità nel campo della sperimentazione, che lo porterà ad essere uno dei più importanti esponenti della Computer Art in Italia. La mostra nella settecentesca Villa Casaurro, presenta un allestimento costruito per affascinare il visitatore accompagnandolo verso un percorso ben preciso e coerente, proponendo al pubblico le opere che ci faranno ripercorrere la sua storia. Orari: dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.
-
Al museo di Villa Cattolica, a Bagheria, è in corso la grande mostra “Guttuso – ritratti e autoritratti”, a cura di Dora Favatella Lo Cascio e Fabio Carapezza Guttuso, terzo degli appuntamenti degli “Itinerari Guttusiani”. Oltre 70 tra ritratti e autoritratti del grande artista bagherese, a partire dal ritratto “Gioacchino Guttuso Agrimensore”, olio su tela che rappresenta il padre di Guttuso, per poi passare ad una carrellata di volti, dell’artista. Da Moravia a Neruda, dai genitori ai colleghi pittori. Fino al 21 giugno 2015, tutti i giorni dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 19. Biglietti: 5/4/2 euro. Info: 091943609.
-
La Via Crucis, o “via della croce”, è un rito che propone una riflessione sul percorso doloroso di Gesù Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota. Durante la Settimana Santa i cristiani pregano di fronte a quattordici immagini, dette “stazioni” della passione di Cristo. Le opere di Fernando Botero raccolte per l’esposizione “VIA CRUCIS la pasión de Cristo” rappresentano una svolta nella carriera dell’artista, senza per questo mettere in ombra il tratto originale e peculiare del linguaggio che lo ha reso famoso. E’ possibile ammirare la mostra al Complesso Monumentale Palazzo Reale, Cappella Palatina fino al settembre. Da lunedì al sabato dalle ore 8.15 alle ore 17.40 (ultimo biglietto ore 17.00). Domenica e festivi dalle ore 8.15 alle ore 13.00 (ultimo biglietto ore 12.15).
-
Oggi per l’ultimo giorno da Elle Arte (via Ricasoli 45) la collettiva “Destinazione Palermo. La città riflessa”, promossa dalla galleria per il suo 17° anno di attività. Contributi di artisti italiani e stranieri, per proporre diversi “punti di vista” sulla città. Un viaggio metaforico compiuto dall’ispirazione di ogni autore. Opere di Barbara Arrigo, Peter Bartlett, Francesco Caltagirone, Massimo Campi, Pedro Cano, Salvatore Caputo, Pascal Catherine, Sergio Ceccotti, Franco Coppa, Cristiano Guitarrini, Anna Kennel, Giovanni La Cognata, Sarah Miatt, Antonio Miccichè, Giuseppe Modica, Vincenzo Nucci, Franco Polizzi, Luca Raimondi, Milvia Seidita, Tina Sgrò, Tino Signorini, Togo, Bice Triolo. Dal lunedì al sabato, dalle 16,30 alle 19,30.

CATANIA
Da vedere
A Catania è in arrivo per Pasqua una nuova “covata d’autore”. Si tratta di cinquanta straordinarie opere d’arte dedicate, ispirate e concepite intorno ad altrettante uova di struzzo: è l’originale collezione raccolta negli ultimi tre anni dalla stilista Marella Ferrera che ha riunito intorno al progetto protagonisti del mondo dell’arte, della musica, del teatro, del cinema, del design e dell’alta cucina. LeUova d’autore2, dopo la fortunata edizione del 2012, saranno esposte, dal 28 marzo al 28 luglio al MF Museum & Fashion, l’atelier-museo di Catania che la Ferrera ha creato dal sapiente recupero dello spirito del museo settecentesco del Principe di Biscari. In mostra cinquanta opere e installazioni dove l’uovo di struzzo – proveniente ancora una volta dai due struzzi femmina Bibì e Bubù “adottati” dalla stilista - è il pretesto creativo intorno a cui dire e raccontare. Ma più spesso anche per raccontarsi. La mostra sarà visitabile da martedì a domenica, dalle 10 alle 19. Lunedì chiuso. Biglietto unico 3 euro.

© Riproduzione riservata