Calcio, nazionale, Franco Vazquez, Sicilia, Sport
NAZIONALE

Vazquez: "Felice di aver scelto l'azzurro
Ma adesso voglio trovare più spazio"

COVERCIANO. «Sono qui perchè spero di giocare, c'è tanta competizione in Nazionale, tanti campioni, però io lavoro giorno dopo giorno per farmi trovare pronto. Spero di giocare un po' contro il Portogallo e riuscire a mettermi in mostra». Franco Vazquez non si accontenta. Attirata l'attenzione di Conte e confermato nel gruppo azzurro, il fantasista italo-argentino del Palermo vuole ora ritagliarsi il suo spazio. «In questi giorni il ct ha provato il 4-3-3 impiegandomi sulla destra ed è un ruolo che mi piace perchè posso rientrare e usare il mio piede, il sinistro, per calciare in porta o fare un assist. È un ruolo diverso rispetto a quello che ricopro nel Palermo dove invece gioco dietro a una punta, più al centro, però è una posizione che mi piace ed è importante saper giocare in più ruoli possibili. Se potessi scegliere, mi piacerebbe giocare vicino alla porta, dietro al centrocampista avversario, fra la linea difensiva e il centrocampo».  Vazquez racconta poi il 'dietro le quintè del suo arrivo in azzurro. «Conte ha visto i nostri allenamenti al Palermo, Iachini poi mi ha chiesto se mi sarebbe piaciuto giocare per l'Italia e ho risposto di sì, senza pensarci troppo. Aver scelto l'Italia è un motivo d'orgoglio, è un piacere difendere questa maglia con tanta storia. Sono felice di essere qui, poi ovviamente se trovassi maggior spazio in campo lo sarei ancora di più». Eppure, in occasione della sua prima chiamata nel marzo scorso, qualcuno ha storto il naso davanti alla convocazione sua e di Eder. Sono tornate d'attualità le polemiche sugli oriundi «ma non mi hanno dato fastidio», assicura il giocatore rosanero. «Ne sono rimasto sempre fuori - continua - Vanno rispettate le opinioni di chiunque, io posso dire solo che mi sento italiano e sono felice di aver scelto l'azzurro. Inutile parlare ancora di questo argomento». Vazquez è così integrato in azzurro che c'è ora chi spera possa convincere l'amico Dybala a seguire le sue orme.  «Non ne abbiamo parlato - la replica - Paulo ha sempre detto di voler giocare con l'Argentina, ancora è giovane e ha un futuro diverso rispetto al mio. Non gli ho detto niente in questo senso». Certo, uno come Dybala farebbe comodo a chiunque. «La Juventus ha fatto un acquisto importante. È un giocatore con tanta qualità, che quest'anno ha fatto tanto bene. Gli auguro il meglio perchè prima di tutto è un amico, e prima che un calciatore è una grande persona». Vazquez ha fatto infine anche un bilancio dell'annata in maglia rosanero. «Al Palermo abbiamo fatto una stagione fantastica, abbiamo raggiunto gli obiettivi prima di quello che pensavamo. Io in particolare sono felice perchè ho fatto dieci gol, dieci assist, e credo che sia stata una stagione fantastica in tutti i sensi. Del mercato non voglio parlare, c'è una partita importante in azzurro ed eventualmente se ne parlerà solo dopo il Portogallo. Essere in una Nazionale così importante, che ha vinto quattro coppe del Mondo, ti dà una vetrina diversa però adesso voglio stare tranquillo, fare bene martedì prossimo, possibilmente giocare e poi andare in vacanza perchè è stata una stagione abbastanza lunga».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati