Sicilia, Cultura
CITTA' DA VIVERE

"Battuage", in scena questa sera al Teatro Libero di Palermo

Palermo
A teatro

Prosegue la rassegna “Presente Futuro” con il ritorno in Sicilia, della compagnia Vuccirìa Teatro che oggi alle 21,15 al Teatro Libero (piazza Marina) propone, per la prima volta in città, lo spettacolo “Battuage”, scritto e diretto da Joele Anastasi che sarà in scena con Enrico Sortino, Federica Carruba Toscano e Simone Leonardi. La pièce nasce in collaborazione con Arcigay Palermo e TMO ed è inserita nella maratona di eventi verso il Palermo Pride. “Battuage” è proprio la storia di un luogo popolato da zombie notturni alla ricerca di sesso: facile, gratis, a pagamento. Un luogo in cui s’incontrano eterosessuali, transessuali, omosessuali, gigolò, puttane, scambisti. Un luogo raccontato attraverso gli occhi dei personaggi che lo abitano, che gli danno vita.

 

-

Debutta a Palermo oggi alle 21 al Teatro Lelio e poi in replica a Catania il 23

(Castello Ursino) – la produzione originale del Piccolo Teatrodi Gianni Salvo per il Festival I ART dal titolo “Terra di miele amaro”, omaggio alla Sicilia dei campi e del duro lavoro dei contadini come suggerisce il sottotitolo “Storie e canti di lavoro. Quando la banda passa per la via”. Uno spettacolo di musiche e parole costruito dalla poetessa e drammaturga Lina Maria Ugolini su testi di Brecht, Bufalino, Henley, Pirandello, Ritsos, Verga, Vittorini e versi della stessa autrice. Che spiega: “La Sicilia è una terra di miele amaro. Dolce è il profumo della zagara, del gelsomino, del sangue passito dei gelsi. Amaro è il sapore acerbo della solitudine che accomuna coloro che nascono in un’isola. “Terra di miele amaro” è uno spettacolo di musiche, gesti, parole: un percorso scenico scandito dal ritmo di una banda, allegra e dolente. Questa banda appare tra i canti di fatica dei contadini, passa nello spazio di un paese immaginario in cui le parole di Brecht, Bufalino, Henley, Ritsos, Ugolini, di alcuni personaggi di Pirandello, Verga, Vittorini, si caricano di nuove valenze poetiche e metaforiche creando un coro di voci profondo, radice e canto della terra”.

Completano questa produzione del Piccolo Teatro le musiche originali di Pietro Cavalieri (eseguite dal vivo insieme con Giovanni Caruso e Camillo Pavone), le scene e i costumi di Oriana Sessa. Il cast è formato da Tiziana Bellassai, Giuseppe Carbone, Maria Rita Sgarlato, Carmen Panarello, Aldo Toscano. Lo spettacolo del Piccolo Teatro è inserito nel cartellone del Festival I ART, il grande contenitore di eventi multidisciplinari incluso nell’omonimo progetto comunitario, ideato e diretto da I World e con il Comune di Catania ente capofila.  Ingresso gratuito, con ticket al botteghino, fino a esaurimento posti.​

 

-

 

Appuntamenti

Oggi dalle 9 alle 20 a Villa Malfitano, sede della Fondazione Whitaker, (via Dante 167), si svolgerà l'evento “Le forme della creatività”. In mostra le creazioni artigianali di molti artisti. La manifestazione sarà ricca di eventi per tutta la giornata. In mattinata i visitatori avranno la possibilità di visitare, con una guida e gratuitamente, gli interni e le stanze di Villa Malfitano, con i loro arredi d’epoca, di solito chiusi al pubblico. Sempre da domani mattina all’Hotel Saracen di Isola delle Femmine sarà allestita una mostra di pittura con l'esposizione della recente opera del pittore Ignazio Pensovecchio, “L'angelo dell'amore nell'eterna armonia tra cielo e mare". La mostra sarà visitabile fino al 30 giugno.

 

-

Vivere l’esperienza legata al volo, allo spazio, all'immersione subacquea. Avere la possibilità di guidare auto, aerei, treni, camion. Partecipare da protagonista a giochi d’azione, ritrovarsi immersi in paesaggi onirici o film dell’orrore. La fantasia diventa realtà e la realtà si mescola ad elementi fantastici.  Oggi e il 20-21 giugno, il centro commerciale Conca D’Oro di via Lanza di Scalea apre le sue porte alla realtà virtuale. In campo “L’OPENGAME VRX – Virtual Reality Experience”, ovvero realtà virtuale simulata. Grazie a un visore altamente tecnologico sarà possibile, in maniera gratuita, vivere esperienze uniche, immersi a 360 gradi in mondi nuovi dove verranno coinvolti i sensi: dall’udito, alla vista sino ai movimenti del corpo. Tra le maggiori attrazioni l’esperienza di guida in “Formula 1” con uno fra i migliori giochi di auto presenti sul mercato. L’utente indosserà il visore all’interno di un simulatore di guida professionale, ritrovandosi seduto nella sua monoposto per un’esperienza di guida che va oltre la realtà in 2D. Un’altra importante attrattiva sarà l’esperienza delle “Montagne russe” di grandeimpatto emotivo. Anche in assenza di movimento l’utente proverà le stesse sensazioni che si affrontano nella realtà.

 

-

Oggi al San Paolo Palace torna la Fiera Internazionale del disco, cd e vinile. L’evento si svolgerà nei seguenti orari: dalle ore 10 alle ore 14 e dalle ore 15 alle ore 21.

-

Da sentire

Tornano i concerti a piazza Ruggero Settimo davanti al Teatro Politeama per l’Orchestra Sinfonica Siciliana, diretta da Riccardo Scilipoti. Appuntamento oggi alle 21.15.

 

-

Un nuovo appuntamento per la rassegna ARCHItetture oggi alle 18 all’Oratorio  di San Mercurio.  Si esibiranno  Elena Ponzoni, Antonia Sutera, Roberta Caternuolo, Giovanni Migliore, Emiliana Lopes al violino, Salvatore D'Amato, Dario Giuliano e Laura Gallo alla viola, Gabriele Ferrante, Andrea Rigano, Loredana Patricolo. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

 

-

 

 

-

 

Da vedere

 

Alla Galleria Prati (via Quintino Sella 77) la mostra “Simile, ma non identico”, doppia personale di Tony Gaeta e Antonio Sammartano, a cura di Andrea Lombardo. E’ la sintesi del matrimonio combinato da Franca Prati tra due pittori che amano il colore dalle tinte forti in modo “simile”, ma che sperimentano le capacità plastiche in modo “non identico”. Gaeta ama costruire architetture ardite su cui il colore viene tirato come un elastico. Sammartano ama le lunghe e larghe pennellate che gonfiano le tele di aria nuova. Il primo spinge il colore ad occupare vorticosamente gli spazi che sembrano non riuscire a contenerne l’impeto. Il secondo lascia che le parti vuote della tela vengano riempite dal visitatore, spinto a completarne il gesto. Fino al 30 giugno, 10/13 e 16,30/20.

 

All’Accademia di Belle Arti Abadir, presso l’ abbazia benedettina di San Martino delle Scale, riprende l'attività espositiva con la mostra "Opus Incertum" che raccoglie le opere degli allievi dei primi tre anni del corso di pittura. Il titolo scelto si riferisce al solido nucleo formato da ragazzi di età e provenienza diverse, pietre grezze unite dalla malta dell’arte. Nasce così un caleidoscopio di opere con tecniche e forme espressive diverse, che rompe il muro di silenzio che si era formato attorno all’Accademia. Aperta la sezione speciale "Rendez vous des amis" con opere di amici di Abadir (ex allievi e alcuni professori) in omaggio all'Accademia. A cura di Valentina Di Miceli. Fino al 12 luglio, martedì-domenica, 10/12 e 16/19.

--

 

 

Lo spazio Colazione da Tiffany (via Roma 475) ospiterà la mostra personale dell'artista Jacqueline Leone "La nature prend vie" circa una ventina di opere dedicate alla natura morta in chiave contemporanea. La mostra rimarrà aperta fino al 4 luglio, dal lunedì al sabato dalle 7,30 alle 18.

 

Per il ciclo “5 autori verso una fotografia di confine”, oggi alle 19 si inaugura la mostra “Milano in Polaroid di Giancarlo Marcocchi, alla galleria XXS aperto al contemporaneo, in via XX settembre 13. “Milano in Polaroid” è stato il primo lavoro di Marcocchi su materiale Polaroid poi manipolato in fase di sviluppo. Realizzato alla fine degli anni ‘90, racconta la città nel suo rapporto con la pubblicità. Un lavoro a metà tra lo street e il reportage. 19 immagini originali, di dimensioni minute (10x10 cm) che in colori e inquadrature esprimono la milanesità di quegli anni che già prefiguravano il tramonto del clima sociale che aveva caratterizzato la Milano anni ‘80. Fino al 23 giugno, dal martedì al sabato, dalle 17 alle 20.

 

-

“Orgoglio e pregiudizio: 2000 anni di storia ebraica da Gerusalemme alla Sicilia”: è la mostra storica che si a palazzo Alliata di Villafranca, in piazza Bologni 18, nell’ambito di “1492 – 2014. Porta del Mediterraneo, dalla Sicilia a Gerusalemme” , organizzata da Suggestioni Mediterranee ed Elisabeth de Rothschild. Monete, documenti e bolle papali per tracciare la storia degli ebrei, tramite materiale di una collezione privata messa a disposizione dall’ associazione “Elisabeth de Rothschild”. Dalle origini dell’antigiudaismo fino ad oggi, attraverso sei sezioni: dalle origini al basso medioevo, la Controriforma, l’emancipazione, la propaganda antisemita del Fascismo, le leggi razziali, la Shoah e lo Stato di Israele. Fino al 28 giugno, tutti i giorni eccetto il mercoledì dalle 9,30 alle 18,30. 3 euro.

 

-

 

A Palazzo Belvedere (via Quintino Sella 76) si può visitare la mostra “Linguaggi contemporanei”, uno sguardo affascinante alle nuove tendenze astratte dell’arte italiana a partire dagli anni ’60 e ’70, per riapprodare alla pittura “sintetica” di soggetto degli anni ’80 della transavanguardia. Vengono nelle circa 30 opere in mostra messi di fronte e a confronto l’arte astratta di Accardi, Perilli, Sanfilippo, con il “cinetismo” di Biasi, Landi, Finzi e Massironi, la “pittura-pittura” degli “analitici” Guarneri, Olivieri, Marchegiani, Pinelli, Cotani, Verna, con Dadamaino e il concettuale Isgrò, Salvo con i poetici trans-avanguardisti Chia, Germanà e De Maria. Fino al 27 giugno, dal martedì al sabato 10,30-13 e 17-19,30.

 

 

-

Enzo Venezia è artista, scenografo, grafico, cura video e realizza opere pittoriche. Lavora da anni al fianco dei maggiori registi non solo siciliani: finalmente la sua enorme produzione trova lo spazio di una grande antologica al secondo piano di Palazzo Sant’Elia (via Maqueda 81), all’interno della Settimana delle Culture. Il corpus espositivo comprende opere pittoriche, esercizi di grafica, video, scenografie e installazioni, organizzate lungo un frastagliato percorso espositivo: un vero e proprio lungo e affettuoso omaggio alla Palermo che si va scrollando di dosso i suoi miti e i suoi codici per acquisire leggerezza. Catalogo Glifo con testi di Emilia Valenza e Giuseppe Di Benedetto. La mostra durerà fino al 14 giugno, dal martedì al venerdì dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 16 alle 19. Ingresso libero.

 

-

 

 

Al museo di Villa Cattolica, a Bagheria, è in corso la grande mostra “Guttuso – ritratti e autoritratti”, a cura di Dora Favatella Lo Cascio e Fabio Carapezza Guttuso, terzo degli appuntamenti degli “Itinerari Guttusiani”. Oltre 70 tra ritratti e autoritratti del grande artista bagherese, a partire dal ritratto “Gioacchino Guttuso Agrimensore”, olio su tela che rappresenta il padre di Guttuso, per poi passare ad una carrellata di volti, dell’artista. Da Moravia a Neruda, dai genitori ai colleghi pittori. Fino al 21 giugno 2015, tutti i giorni dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 19. Biglietti: 5/4/2 euro. Info: 091943609.

 

 

La Via Crucis, o “via della croce”, è un rito che propone una riflessione sul percorso doloroso di Gesù Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota. Durante la Settimana Santa i cristiani pregano di fronte a quattordici immagini, dette “stazioni” della passione di Cristo. Le opere di Fernando Botero raccolte per l’esposizione “VIA CRUCIS la pasión de Cristo” rappresentano una svolta nella carriera dell’artista, senza per questo mettere in ombra il tratto originale e peculiare del linguaggio che lo ha reso famoso. E’ possibile ammirare la mostra al Complesso Monumentale Palazzo Reale, Cappella Palatina fino al 21 giugno. Da lunedì al sabato dalle ore 8.15 alle ore 17.40 (ultimo biglietto ore 17.00). Domenica e festivi dalle ore 8.15 alle ore 13.00 (ultimo biglietto ore 12.15).

-

 

Prorogata fino al 19 giugno da Elle Arte (via Ricasoli 45) la collettiva “Destinazione Palermo. La città riflessa”, promossa dalla galleria per il suo 17° anno di attività. Contributi di artisti italiani e stranieri, per proporre diversi “punti di vista” sulla città. Un viaggio metaforico compiuto dall’ispirazione di ogni autore. Opere di Barbara Arrigo, Peter Bartlett, Francesco Caltagirone, Massimo Campi, Pedro Cano, Salvatore Caputo, Pascal Catherine, Sergio Ceccotti, Franco Coppa, Cristiano Guitarrini, Anna Kennel, Giovanni La Cognata, Sarah Miatt, Antonio Miccichè, Giuseppe Modica, Vincenzo Nucci, Franco Polizzi, Luca Raimondi, Milvia Seidita, Tina Sgrò, Tino Signorini, Togo, Bice Triolo. Dal lunedì al sabato, dalle 16,30 alle 19,30.

 

-

 

CATANIA

Da vedere

A Catania è in arrivo per Pasqua una nuova “covata d’autore”. Si tratta di cinquanta straordinarie opere d’arte dedicate, ispirate e concepite intorno ad altrettante uova di struzzo: è l’originale collezione raccolta negli ultimi tre anni dalla stilista Marella Ferrera che ha riunito intorno al progetto protagonisti del mondo dell’arte, della musica, del teatro, del cinema, del design e dell’alta cucina. LeUova d’autore2, dopo la fortunata edizione del 2012, saranno esposte, dal 28 marzo al 28  luglio al MF Museum & Fashion, l’atelier-museo di Catania che la Ferrera ha creato dal sapiente recupero dello spirito del museo settecentesco del Principe di Biscari. In mostra cinquanta opere e installazioni dove l’uovo di struzzo – proveniente ancora una volta dai due struzzi femmina  Bibì e Bubù “adottati” dalla stilista - è il pretesto creativo intorno a cui dire e raccontare. Ma più spesso anche per raccontarsi.  La mostra sarà visitabile da martedì a domenica, dalle 10 alle 19. Lunedì chiuso. Biglietto unico 3 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati