alfano, italicum, Sicilia, Politica
MINISTRO DELL'INTERNO

Alfano: "Non faremo cadere il governo sull'Italicum"

«L'Italicum è una buona legge che garantisce la governabilità a chi vince e la rappresentanza. Il suo limite è, secondo noi, che per la pluralità della politica è meglio che il premio non vada ad una singola lista ma ad una coalizione, ma non è che diciamo che su questo facciamo cadere il governo»

ROMA. «L'Italicum è una buona legge che garantisce la governabilità a chi vince e la rappresentanza. Il suo limite è, secondo noi, che per la pluralità della politica è meglio che il premio non vada ad una singola lista ma ad una coalizione, ma non è che diciamo che su questo facciamo cadere il governo». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, al programma 'L'Intervista di Maria Latellà su SkyTg24.

Le frasi attribuite al senatore di Ap Azzollini relative alle suore non «sono un'intercettazione ma sono riferite da altri che non so chi siano e questo ha un altro peso. Io l'ho chiamato e lui mi ha detto che non le ha mai pronunciate», ha detto Alfano. «Il Senato ha già riconosciuto una volta il fumis persecutionis nei confronti del senatore Azzollini e in questo caso specifico il tema fumus persecutionis va quindi approfondito».

Poi ha parlato di immigrazione: «Non posso rivelare il nostro piano B sul'immigrazione prima dei vertici europei dei prossimi giorni,
ma se l'Europa non sarà solidale, si troverà di fronte un'Italia diversa, non accetteremo un'Europa egoista. Noi dobbiamo ottenere subito di più dall'Europa sull'immigrazione:  diciamo no ad un numero fisso di migranti da distribuire, ma serve un meccanismo automatico per distribuirli in Europa quando arrivano qui».

Infine, un accenno al centrodestra: «Ho parlato con tutti gli amici di partito » e oggi mi chiedo come si possa «stare con un centrodestra salvinizzato».Sottolineando come da Fi durante la campagna elettorale il suo partito abbia ricevuto «solo mazzate a aggressioni tutti i giorni. Abbiamo votato Caldoro e Toti e siamo stati ricambiati calci e pugni e schiaffi e questa per me è una grande lezione».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati