Nitro a Palermo, il cantante hip hop incontra i fan - Video

Il singolo di Nitro, "Sassi e diamanti"

PALERMO

Schermi
Con le proiezioni della “Trilogia del dollaro”, l'associazione Lumpen e Franco Maresco rendono omaggio a Clint Eastwood che il 31 maggio scorso ha compiuto 85 anni. Attore ma soprattutto regista di alcuni film memorabili (Gli spietati - Mystic River ), Eastwood è un'icona del cinema americano che però deve tutto all'italiano Sergio Leone, il quale nel 1964 lo trasforma in un divo internazionale con “Per un pugno di dollari”, film che segna l'inizio di una carriera tra le più fortunate di Hollywood. E proprio questo film apre stasera alle 21 alla sala De Seta dei Cantieri della zisa (via Paolo Gili 4) le proiezioni della trilogia, seguiranno “Per qualche dollaro in più” (domani) e “Il buono il brutto e il cattivo” (sabato). 5 euro a film.
-
Un altro appuntamento della rassegna "Franco e Ciccio: una storia sbagliata", organizzata da Alibi e Libert'Aria: stasera alle 21 nel Giardino dei Giusti di via Alloro, sarà proiettato "Indovina chi viene a merenda?" di Marcello Ciorciolini (1969). Una commedia ambientata durante la guerra, che vede protagonisti Franco e Ciccio alle prese - loro malgrado - con le follie del militarismo e del razzismo. Tra risate, smorfie e sorrisi, i due comici riescono a trattare di un tema sempre attuale: il rischio che il totalitarismo, si ripresenti sempre sotto mentite spoglie. Ingresso libero.

Da sentire
Doppio appuntamento la rassegna ARCHItetture organizzata dal Conservatorio con gli Amici dei Musei. Il duplice evento “Quartetto”, voluto dalla violinista Elena Ponzoni, stasera e domenica, sarà dedicato al suo maestro, Paolo Borciani, fondatore e primo violino del Quartetto Italiano, per il trentennale della morte. Stasera alle 21 all'oratorio di San Mercurio (cortile S. Giovanni degli Eremiti) si alterneranno nelle esecuzioni Aura Fazio, Irene Piazza, Michele Patricolo, Laura Gallo, Silvia Cortese e Rosa Alongi (violino), Christian Cutrona, Valerio Vassallo e Alessia Lo Coco (viola), Silvia Gira, Loredana Patricolo e Franca Bongiovanni (violoncello). Musiche di Haydn, Lombardini, Mendelssohn e Schubert.
-
Cirronevent presenta stasera alle 22 da Spillo (cortile San Giovanni degli Eremiti 2) una “Eagles Night”, serata che segna il tributo dei Doolin Dalton alla band che ha sdoganato definitivamente il country-rock negli anni 70-80. Il gruppo nasce da una costola della storica band palermitana dei Road Runners ed è formata da Massimo Sanfilippo e Tony Bracco (chitarra e voce), Valerio Militello (voce, cajon e percussioni) e Alessio Parco (basso e voce).Raffinati arrangiamenti e armonizzazioni vocali impeccabili, saranno presenti nella scaletta di grandi successi della band californiana.
-
Stasera alle 18 alla Feltrinelli (via Cavour 133), Nitro incontra i fan e firma le copie del suo nuovo album “Suicidol”. Nicola Albera (in arte Nitro) nasce nel 1993 a Vicenza. Si avvicina alla cultura Hip-Hop grazie al freestyle. A soli 14 anni partecipa al primo “Tecniche Perfette”, arrivando alla semifinale della selezione regionale. Da lì continua a partecipare alle battles di freestyle, vincendo nei due anni seguenti la fase regionale due volte di seguito, conquistando la finale nazionale 2 volte e arrivando sempre tra i primi 4. Per l’incontro, verrà consegnato un pass per ogni cd acquistato.
-
Secondo appuntamento stasera alle 21 alla casa-museo "Stanze al genio" di via Garibaldi con il reading musicale "Verbo Immaginario", poesie di Miranda Galati, "sussurrate" da Valentina Barresi, voce e canto, accompagnata alla chitarra da Tobia Vaccaro. Un percorso suggestivo tra parole e musica, con brani che spaziano dalla musica medioevale ai cantautori francesi. In occasione della performance si potranno visitare le nuove stanze che saranno inaugurate nei prossimi mesi. Info e prenotazioni: 340.0971561 stanzealgenio@yahoo.it
-
Sabato sera alle 22 al Why not?2 di Balestrate, in via della Repubblica, è in programma un interessante e coinvolte concerto dei Crash Tuna, band alcamese che vanta influenze pop/rock. Il gruppo presenterà un repertorio ricco di generi, ma anche alcune rivisitazioni fatte dallo stesso trio, sui brani degli U2 e dei Beatles, dei Creedence e dei Coldplay, da Battisti a Pino Daniele,dai Radiohead ai Maroon 5. La band è composta da Vincenzo Mancuso (chitarra e voce), Daniele Guggino (basso e cori) e Lucio Asta (batteria). Ingresso libero.

Appuntamenti
Il comitato "Sant'Antonio da Padova" e i Frati Minori del Convento di Santa Maria di Gesù hanno definito il programma dei festeggiamenti per S. Antonio a Collesano. Quest’anno ricorre il decennale del ripristino della processione del Santo. Stasera alle 18 nella chiesa di San Domenico il vescovo monsignor Vincenzo Manzella celebrerà la messa. Domani alle 15 caccia al tesoro per bambini e chiusura della Tredicina; alle 18 Canto della Coroncina e a seguire i Vespri; alle 22 “Grande notte del decennale” in piazza Santa Maria di Gesù, con Angel Sax e Gianni Nanfa.

Da vedere
Oggi “Contemporanea. Parte I | fotografia”, weekend dedicato all’incontro fra cultura contemporanea, fotografia e cittadinanza. A cura di Giusi Affronti, per disegnare una mappatura di musei, gallerie, associazioni e case-studio d’artista. Al Giuseppe Veniero Project (piazza Cassa di Risparmio, 21) ci sarà la mostra “Boy old boy” di Roberto Boccaccino (fino al 24 giugno, da lunedì a sabato, 9,30/13 e 16/20). Alla Galleria Pantaleone (via V.Emanuele, 303) finissage de “Colore di città” di Margherita Bianca .
-
Per il ciclo “5 autori verso una fotografia di confine”, oggi alle 19 si inaugura la mostra “Milano in Polaroid di Giancarlo Marcocchi, alla galleria XXS aperto al contemporaneo, in via XX settembre 13. “Milano in Polaroid” è stato il primo lavoro di Marcocchi su materiale Polaroid poi manipolato in fase di sviluppo. Realizzato alla fine degli anni ‘90, racconta la città nel suo rapporto con la pubblicità. Un lavoro a metà tra lo street e il reportage. 19 immagini originali, di dimensioni minute (10x10 cm) che in colori e inquadrature esprimono la milanesità di quegli anni che già prefiguravano il tramonto del clima sociale che aveva caratterizzato la Milano anni ‘80. Fino al 23 giugno, dal martedì al sabato, dalle 17 alle 20.
-
Orgoglio e pregiudizio: 2000 anni di storia ebraica da Gerusalemme alla Sicilia”: è la mostra storica che si a palazzo Alliata di Villafranca, in piazza Bologni 18, nell’ambito di “1492 – 2014. Porta del Mediterraneo, dalla Sicilia a Gerusalemme” , organizzata da Suggestioni Mediterranee ed Elisabeth de Rothschild. Monete, documenti e bolle papali per tracciare la storia degli ebrei, tramite materiale di una collezione privata messa a disposizione dall’ associazione “Elisabeth de Rothschild”. Dalle origini dell’antigiudaismo fino ad oggi, attraverso sei sezioni: dalle origini al basso medioevo, la Controriforma, l’emancipazione, la propaganda antisemita del Fascismo, le leggi razziali, la Shoah e lo Stato di Israele. Fino al 28 giugno, tutti i giorni eccetto il mercoledì dalle 9,30 alle 18,30. 3 euro.
-
Il museo di Castelbuono dedicato a Francesco Minà Palumbo, il museo Mandralisca di Cefalù, quello civico di Petralia e di Termini Imerese. 21in tutto, nei comuni delle alte e basse Madonie, riuniti in un unico circuito: "Musea - rete dei musei delle Madonie". Il progetto, l'unico capace di unire il patrimonio museale di questo vasto territorio, sarà presentato domani alle 16,30, a Petralia Sottana, nel Convento dei Padri Riformati, presente l'assessore ai Beni culturali, Antonino Purpura. Promosso dalla Sosvima, il progetto con fondi europei, è coordinato da Adriana Scancarello e Giuseppe Genchi.
-
In Cattedrale, si potrà ammirare la mostra “Le forme dell’amore” dedicata a Padre Pino Puglisi; concerto del violinista Aldo Mausner e del soprano Rosanna Roccamatisi. Fino al 31 luglio, tele di Wanda Barraco, Giovanna Calabretta, Totò Calò, Ferdinando Caronia, Serafina Maria Costa, Marion Fernhout, Eleonora Fogazza, Vincenzo Gatto, Caterina Lala, Paola La Monica, Gabriella Lupinacci, Rosalia Marchiafava, Letizia Marchione, Giuseppa Matraxia, Giusy Megna, Mariella Ramondo, Rosario Trapani, Loredana Troia, Maria Vadalà, Giovanni Ventimiglia.
-
A Palazzo Belvedere (via Quintino Sella 76) si può visitare la mostra “Linguaggi contemporanei”, uno sguardo affascinante alle nuove tendenze astratte dell’arte italiana a partire dagli anni ’60 e ’70, per riapprodare alla pittura “sintetica” di soggetto degli anni ’80 della transavanguardia. Vengono nelle circa 30 opere in mostra messi di fronte e a confronto l’arte astratta di Accardi, Perilli, Sanfilippo, con il “cinetismo” di Biasi, Landi, Finzi e Massironi, la “pittura-pittura” degli “analitici” Guarneri, Olivieri, Marchegiani, Pinelli, Cotani, Verna, con Dadamaino e il concettuale Isgrò, Salvo con i poetici trans-avanguardisti Chia, Germanà e De Maria. Fino al 27 giugno, dal martedì al sabato 10,30-13 e 17-19,30.
-
Allo Spazio Cannatella di via Papireto 10, la personale di Emanuele Diliberto, “Attaccati al muro” a cura di Valentina Di Miceli. In mostra 15 dipinti tra grande e piccolo formato, prodotti dall’artista palermitano negli ultimi 4 anni. Le opere segnano un ulteriore sviluppo nel lungo e sempre coerente percorso creativo di Emanuele Diliberto fondato su un segno astratto apparentemente gestuale e fondamentalmente metropolitano. Scrive Valentina Di Miceli nel testo in catalogo, “New York, così come altre grandi capitali Miami, Milano, Barcellona, Parigi, Roma, con la freneticità della vita metropolitana, entrano nelle tele dell’artista”. Dal martedì alla domenica dalle 16,30 alle 19,30, fino al 13 giugno.
-
Alla galleria Di Bella (via Isidoro la Lumia 94) la mostra“Piegare nel tempo” di Cesare Berlingeri. 20 opere che ripercorrono 15 anni di attività dell’artista. “Quando iniziai a piegare i miei dipinti – dice Berlingeri – ero affascinato dal fatto che un quadro dovesse nascondersi in sé. I dipinti piegati non hanno dimora, s'impossessano dello spazio”. Dai primi pezzi, alle piegature su tela fino ai cuscini. La mostra, a cura di Jacopo Russo, chiude il 12 giugno.
-
Enzo Venezia è artista, scenografo, grafico, cura video e realizza opere pittoriche. Lavora da anni al fianco dei maggiori registi non solo siciliani: finalmente la sua enorme produzione trova lo spazio di una grande antologica al secondo piano di Palazzo Sant’Elia (via Maqueda 81), all’interno della Settimana delle Culture. Il corpus espositivo comprende opere pittoriche, esercizi di grafica, video, scenografie e installazioni, organizzate lungo un frastagliato percorso espositivo: un vero e proprio lungo e affettuoso omaggio alla Palermo che si va scrollando di dosso i suoi miti e i suoi codici per acquisire leggerezza. Catalogo Glifo con testi di Emilia Valenza e Giuseppe Di Benedetto. La mostra durerà fino al 14 giugno, dal martedì al venerdì dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 16 alle 19. Ingresso libero.
-
Al museo di Villa Cattolica, a Bagheria, è in corso la grande mostra “Guttuso – ritratti e autoritratti”, a cura di Dora Favatella Lo Cascio e Fabio Carapezza Guttuso, terzo degli appuntamenti degli “Itinerari Guttusiani”. Oltre 70 tra ritratti e autoritratti del grande artista bagherese, a partire dal ritratto “Gioacchino Guttuso Agrimensore”, olio su tela che rappresenta il padre di Guttuso, per poi passare ad una carrellata di volti, dell’artista. Da Moravia a Neruda, dai genitori ai colleghi pittori. Fino al 21 giugno 2015, tutti i giorni dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 19. Biglietti: 5/4/2 euro. Info: 091943609.
-
La Via Crucis, o “via della croce”, è un rito che propone una riflessione sul percorso doloroso di Gesù Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota. Durante la Settimana Santa i cristiani pregano di fronte a quattordici immagini, dette “stazioni” della passione di Cristo. Le opere di Fernando Botero raccolte per l’esposizione “VIA CRUCIS la pasión de Cristo” rappresentano una svolta nella carriera dell’artista, senza per questo mettere in ombra il tratto originale e peculiare del linguaggio che lo ha reso famoso. E’ possibile ammirare la mostra al Complesso Monumentale Palazzo Reale, Cappella Palatina fino al 21 giugno. Da lunedì al sabato dalle ore 8.15 alle ore 17.40 (ultimo biglietto ore 17.00). Domenica e festivi dalle ore 8.15 alle ore 13.00 (ultimo biglietto ore 12.15).
-
Prorogata fino al 19 giugno da Elle Arte (via Ricasoli 45) la collettiva “Destinazione Palermo. La città riflessa”, promossa dalla galleria per il suo 17° anno di attività. Contributi di artisti italiani e stranieri, per proporre diversi “punti di vista” sulla città. Un viaggio metaforico compiuto dall’ispirazione di ogni autore. Opere di Barbara Arrigo, Peter Bartlett, Francesco Caltagirone, Massimo Campi, Pedro Cano, Salvatore Caputo, Pascal Catherine, Sergio Ceccotti, Franco Coppa, Cristiano Guitarrini, Anna Kennel, Giovanni La Cognata, Sarah Miatt, Antonio Miccichè, Giuseppe Modica, Vincenzo Nucci, Franco Polizzi, Luca Raimondi, Milvia Seidita, Tina Sgrò, Tino Signorini, Togo, Bice Triolo. Dal lunedì al sabato, dalle 16,30 alle 19,30.

A teatro
Andrà in scena stasera e domani alle 21,15, per la rassegna “PresenteFuturo”, lo spettacolo “Il muro del silenzio”, studio per una tragedia siciliana, regia e drammaturgia di Paolo Mannina. Con Ada Simona Totaro, Giuseppe Provinzano, Viviana Lombardo, Alberto Lanzafame, Antonio Paride Pisciotta, Sergio Beerkock. Scene di Antonio Di Prima. Lo spettacolo è una produzione Cantieri Teatrali Zabut con Babel Crew. Il lavoro venne messo per la prima volta in scena a Napoli nel 1963. L’autore, Paolo Messina, era un giovane drammaturgo palermitano di belle promesse. Ma le contraddizioni di una vicenda protomafiosa non piacquero e di quella prima messinscena non resta nessuna traccia nel repertorio teatrale italiano. Ora ritorna in scena con la forza della memoria.

CATANIA
Da vedere
A Catania è in arrivo per Pasqua una nuova “covata d’autore”. Si tratta di cinquanta straordinarie opere d’arte dedicate, ispirate e concepite intorno ad altrettante uova di struzzo: è l’originale collezione raccolta negli ultimi tre anni dalla stilista Marella Ferrera che ha riunito intorno al progetto protagonisti del mondo dell’arte, della musica, del teatro, del cinema, del design e dell’alta cucina. LeUova d’autore2, dopo la fortunata edizione del 2012, saranno esposte, dal 28 marzo al 28 luglio al MF Museum & Fashion, l’atelier-museo di Catania che la Ferrera ha creato dal sapiente recupero dello spirito del museo settecentesco del Principe di Biscari. In mostra cinquanta opere e installazioni dove l’uovo di struzzo – proveniente ancora una volta dai due struzzi femmina Bibì e Bubù “adottati” dalla stilista - è il pretesto creativo intorno a cui dire e raccontare. Ma più spesso anche per raccontarsi. La mostra sarà visitabile da martedì a domenica, dalle 10 alle 19. Lunedì chiuso. Biglietto unico 3 euro.

© Riproduzione riservata