piede, protesi, Sicilia, Vita
INNOVAZIONE

Realizzata una protesi che trasmette sensazioni dal piede

ROMA. L'obiettivo di una protesi 'sensibile' è sempre più vicino: alcuni ricercatori austriaci dell'università di Linz sono infatti riusciti a realizzare una gamba artificiale, capace di far sentire alla persona sensazioni reali dal piede, grazie a dei particolari sensori posti sulla suola del piede artificiale, che stimolano i nervi alla base del moncherino, come riferisce la Bbc.

La protesi è stata testata con successo su un uomo, Wolfgang Rangger, cui era stata amputata la gamba destra nel 2007. Un risultato ottenuto dopo varie fasi di lavoro. Prima i chirurghi hanno lavorato sulle terminazioni nervose del moncherino per metterle vicino alla superficie della pelle. Dopo di che sei sensori sono stati posti alla base del piede artificiale, per misurare la pressione tallone, dell'alluce e del movimento del piede. Questi segnali sono stati poi trasmessi ad un micro-regolatore, che a sua volta li trasmetteva a stimolatori dentro l'asse centrale della protesi, dove tocca la base del moncone. Questi vibrano, stimolando le terminazioni nervose sotto la pelle, che trasmette i segnali al cervello.

''I sensori dicono al cervello che c'è un piede - continua Egger - e la persona ha l'impressione di muoversi sulla terra quando cammina''. Rangger, che aveva perso la gamba dopo un coagulo di sangue causato da un ictus, ha testato la protesi per sei mesi, in laboratorio e a casa. ''Per me è una seconda vita. Non scivolo più sul ghiaccio - racconta - e posso dire se cammino sulla ghiaia, cemento, erba o sabbia''. Un altro beneficio di questa protesi 'sensibile' è la riduzione dei lancinanti dolori dell'arto fantasma, che Rangger continuava a sentire anni dopo l'amputazione. Il suo cervello, come precisa Egger, ora riceve dati reali invece di cercare informazioni dall'arto mancante. I risultati dei ricercatori austriaci sono stati presentati a Vienna in una conferenza stampa, ma non ancora pubblicati su una rivista medica, e arrivano dopo la mano bionica, capace di sentire sensazioni dalle dita, testata l'anno scorso dall'università di Nottingham.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati