BERGAMO

Ucciso a coltellate, fermato il marito e una sedicenne: motivi passionali

omicidio, Sicilia, Cronaca

BERGAMO. Una ragazza di 18 anni, di origine marocchina, è stata accoltellata e uccisa, nella tarda serata di ieri, lungo la pista ciclopedonale che costeggia il fiume serio, all'altezza di Albino. Secondo i testimoni, a ucciderla sarebbe stato un suo connazionale.

Inutili i soccorsi del 118: per la diciottenne, che viveva nella zona con la famiglia, non c'è stato nulla da fare. Sul posto hanno lavorato fino a notte i carabinieri di Clusone e Bergamo, che hanno ricostruito la dinamica del delitto.

DUE ARRESTI. Sono due gli arrestati per l'omicidio della giovane marocchina di 19 anni, uccisa ieri sera ad Albino (Bergamo) con diverse coltellate. In cella si trovano il marito, di 25 anni, senza fissa dimora e clandestino, e una sedicenne svizzera. Entrambi sono accusati di omicidio volontario in concorso. Hanno utilizzato due coltelli, già sequestrati dai carabinieri. La prima a essere fermata è stata la sedicenne, nei pressi del luogo del delitto. Più tardi è stato rintracciato, sempre in zona, anche il complice. Gli inquirenti hanno confermato il movente passionale.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati