Domenica, 20 Agosto 2017
FISCO

Evasione da 27 milioni nel mondo del rally a Treviso: 100 indagati

Nell'indagine sono coinvolte cinque società, delle quali una 'estero-vestita' e con sede fittizia in Austria, tre completamente sconosciute al fisco e un'associazione sportiva dilettantistica alla quale è stato disconosciuto il regime contabile agevolato

TREVISO.  Scoperta dalla Guardia di finanza di Treviso un'evasione di 27 milioni di euro, con un giro di fatture false per quasi 10 milioni di euro, nel mondo del rally. Nell'indagine sono coinvolte cinque società, delle quali una 'estero-vestita' e con sede fittizia in Austria, tre completamente sconosciute al fisco, un'associazione sportiva dilettantistica alla quale è stato disconosciuto il regime contabile agevolato, tutte riconducibili ad un noto imprenditore del coneglianese operante nel settore delle sponsorizzazioni delle gare di rally.

Le società indagate, anche se emettevano puntualmente le fatture a fronte di quanto previsto nei contratti di sponsorizzazione, omettevano poi scientemente la presentazione della dichiarazione dei redditi. I militari delle Fiamme gialle di Conegliano hanno individuato un centinaio di aziende del Nord Italia che si sarebbero rese compiacenti nel giro delle fatture false. Infine i finanzieri hanno contestato ad un importante banca la mancata segnalazione di operazione sospette, per circa 1.000.000 di euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook