Giovedì, 20 Settembre 2018
I SOLDI DELLA SICILIA

Enti e associazioni: arrivano i fondi dell’Ars per sagre, rassegne teatrali e convegni

di
Circa 680 mila euro assegnati a 223 beneficiari. Il contributo più alto alla Fondazione Falcone: 70 mila euro per borse di studio

PALERMO. La coperta della Regione è corta, anzi cortissima. Con i conti in rosso, c’è poco spazio ormai per riuscire ad ottenere dall’assessorato al Turismo soldi per manifestazioni, sagre, rassegne teatrali, carnevali e convegni. Ecco allora venire in soccorso l’Assemblea regionale siciliana, che l’anno scorso ha concesso poco più di 670 mila euro a 223 enti.

L’elenco dei contributi concessi dalla Presidenza nel 2014 per iniziative culturali, artistiche e sportive è stato pubblicato sul sito web www.ars.sicilia.it. Il nuovo corso inaugurato dal presidente Giovanni Ardizzone e dal segretario generale Fabrizio Scimè vede adesso riempirsi giorno dopo giorno la sezione «amministrazione trasparente».

Scorrendo l’elenco si trova di tutto: scuole, università, confraternite, parrocchie, diocesi, Comuni, comitati per l’organizzazione di grest. Insomma, sacro e profano: vengono tutti accontentati. I fondi provengono dal capitolo del bilancio interno dell’Assemblea destinato proprio a questo tipo di contributi: sul piatto, nel 2014, c’era uno stanziamento iniziale di poco più di 153 mila euro, che è lievitato, però, fino ad arrivare a 680 mila grazie ai residui degli anni precedenti. A precisarlo è il presidente Ardizzone: «Prima i soldi erano molti di più. Non c’è nessuno scandalo. Si arriva a questa cifra perchè ci sono i fondi residui degli anni passati, che non sono stati utilizzati. C’è un controllo rigido degli enti e, sulla base del regolamento, i beneficiari hanno presentato il certificato antimafia».
Le cifre di solito si aggirano attorno ai mille-cinquemila euro, salvo eccezioni «d’oro» di associazioni che hanno ottenuto dai 15 ai 70 mila euro. Tutte le province sono state «bagnate» dai fondi. Ma nella lista alcuni nomi riportano un asterisco, segno che ancora devono ricevere i soldi già stanziati.
ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X